energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Movimento Studentesco Fiorentino entra nella storia Società

Furono migliaia e migliaia i ragazzi che, dal 1971 al 1978 si radunarono sotto gli striscioni e gli slogan del Movimento Studentesco Fiorentino. Un intreccio di vite, impegni, sogni, che, quarant'anni dopo, verranno ricostruiti, in un grande affresco di un periodo storico che ha visto insieme esperienze politiche, socilai, culturali e umane. A Firenze si cercò di dar vita a un Movimento di studenti autonomo, sia dai partiti politici sia dai gruppi extraparlamentari.

Un lavoro affidato a Anna Scattigno e Dario Ragazzini dell’Università fiorentina, coordinatori di un gruppo di studiosi e ricercatori incaricati di catalogare e analizzare il materiale depositato all’Istituto Gramsci Toscano. Si tratta di migliaia di documenti fra memorie, volantini, piattaforme di lotta, immagini, appunti, interviste e video, messi a disposizione sia dai diretti protagonisti di quegli anni, sia dalle cronache dell’epoca, dagli archivi di associazioni, istituzioni e privati cittadini. Particolarmente suggestivo il viaggio attraverso le immagini, spesso inedite, e veri e propri “scatti d’autore”, arrivate fino a noi nei modi più svariati.

Dagli scatti di ‘Red’ Cesare Giorgetti che hanno raccontato gli avvenimenti più importanti degli anni ’60 per testate giornalistiche come Paese Sera e l’Unità, a quelle messe a disposizione dalla Cgil Toscana, fino a quelle scattate dai molti giovani che allora si cimentavano con le loro macchine fotografiche. All’origine ci sono spesso negativi in bianco e nero, diapositive, provini a contatto o immagini molto rovinate, che hanno bisogno di scansioni accurate e di restauri. Sono coinvolti nel progetto, oltre ai “protagonisti” dell’epoca e all’Istituto Gramsci Toscano, organizzazioni sindacali e del mondo dell'associazionismo, ricercatori e studiosi, tutti impegnati in un lavoro che si protrarrà per circa due anni e che si concluderà con l'organizzazione di un convegno e la realizzazione di una pubblicazione. Il progetto sarà presentato ufficialmente oggi pomeriggio alle 18,30  a Palazzo Medici (ingresso dal Museo in via Cavour 3) nel corso di un incontro che prenderà il via con la visita alla Cappella di Benozzo e al Museo.

Dalle ore 20 breve saluto di Paola Carlucci a nome del gruppo promotore della ricerca e a seguire vi sarà la presentazione del progetto a cura della professoressa Anna Scattigno per l’istituto Gramsci Toscano e del professor Dario Ragazzini curatore della ricerca. Dalle 20.30 in poi buffet e musica. Nella sala Fabiani di Palazzo Medici Riccardi saranno proiettati video e interviste a cura di Paolo Maggi e Gianna Bandini.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »