energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il multiplex di Novoli: parco dello svago e dei divertimenti Opinion leader

Dopo l’iter giudiziario che ha bloccato il cantiere per due anni ed in attesa che anche il piano Mercafir decolli, l’inaugurazione del Multiplex inietta attività nuove nel quartiere di San Donato a  Novoli, avviando l’attesa rigenerazione a nord-ovest di Firenze, come già auspicato negli anni Sessanta dal Piano Detti.
Cattedrale per i culti della più esigente leisure society, il nuovo complesso ospita 8 sale cinematografiche, un centro della Virgin Active con palestre, piscine e centro benessere, ristoranti, catene della distribuzione come Coop, Saturn, H&M ed una decina di negozi di quartiere. Un ricco mix funzionale che si affaccia su Piazza San Donato (40 x 100 mt) che la sera prende vita con una pavimentazione di luci LED multicolore.  Così, se di giorno il Multiplex è caratterizzato da un’identità introversa, in cui prevale la massività di mura laterizie che cingono l’intero edificio quasi come una fortezza; la  sera, prevalgono luce e trasparenza che trasformano l’architettura in una lanterna luminosa degna di un grande polo attrattore.  Isolarchitetti hanno progettato una sorta di “box in a box”, dove la cinta muraria sembra voler proteggere il “cuore” leggero, colorato e trasparente, realizzato con tamponamenti in vetro e acciaio verniciato di un color azzurro intenso.
Un’architettura ibrida tra contemporaneità e tradizione ma anche un gioiello strutturale ed impiantistico che vanta un sistema di automazione per il miglior risparmio energetico. 
I numeri sono incredibili con una superficie di 60.000 mq, distribuita in: 24.000 mq dedicati ad attività ludico-commerciali, 20.000 mq a spazi pubblici, 15.000 mq all’alloggiamento degli impianti, oltre ad un parcheggio interrato di 1000 posti auto.  Come commenta, l’Ing. Alessandro Chimenti, Direttore S.IN.TER, “il Multiplex è un’esperienza nuova di dimensioni a grande scala atipiche per Firenze, tradizionalmente abituata a spazi interstiziali e nascosti”. 
Novoli ha così ottenuto la sua centralità urbana, il suo luogo deputato dove divertirsi e far cultura.  Un intervento quindi di grande impatto ambientale su cui si gioca la rigenerazione urbana del quartiere con ricadute sull’intero sistema cittadino, che si spera possa riequilibrare i flussi della mobilità,  ridistribuendo la movida notturna anche fuori dal sovrasollecitato centro storico.  

Cristina Donati

 

Crediti: Proprietà: Sandonato srl, Progetto generale: Isolarchitetti; progetto esecutivo: Planning; impianti: Beta Progetti, coordinamento e direzione Lavori: S.IN.TER impresa: Cesi; impianti meccanici: Panzeri; impianti elettrici: F.lli Franchini; impianti Virgin Active: Furiga Impianti

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »