energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Consiglio regionale: riduzione a 40 consiglieri e vitalizi aboliti Politica

Con l'approvazione della finanziaria 2012  dalla prossima legislatura si avrà un diminuzione dei consiglieri insieme all'abolizione del vitalizio con il passaggio al contributivo. Monaci ha sottolineato che "la riduzione dei consiglieri regionali da 54 a 40 e degli assessori da 10 a 8, comporterà oltre 5 milioni di risparmio annui". "Le indennità dei consiglieri toscani sono al minimo che possiamo immaginare – ha aggiunto -. Oltre c'è solo la 'provocazione' di dire: ci rimborsate le spese e noi stiamo qui in modo gratuito". "Personalmente, ed è stata una mia scelta, prendo meno del presidente della Regione e meno del mio predecessore". Monaci ha inoltre ricordato "l'impegno al rigore e alla sobrietà assunti fin dall'inizio della legislatura" nell'aprile 2010, anche se non "taglieremo a prescindere". Nel complesso, ha detto ancora, "nel 2009 il Consiglio toscano ha impiegato circa 30 milioni di risorse, nel 2010 29,9, e siamo passati a 25,260 milioni nel 2011 mentre nel 2012 ci siamo dati il traguardo di scendere ancora di altri 5-600 mila euro. L'obiettivo comunque non deve essere solo quello di 'potare' le assemblee legislative ma ridurre la macchina complessiva che sta intorno, mantenendo l'efficienza e l'efficacia. Si potrebbe governare anche con un solo assessore, ma sarebbe un bene? Ritengo di no". Ancora riguardo ai tagli alla spesa Monaci ha ricordato anche l'eliminazione dell'indennità di missione per i consiglieri, anche se ha spiegato "di fatto avevamo deciso di non percepirla fin dall'inizio della legislatura". Buoni propositi per il 2012 "vogliamo potenziare l'impegno legislativo del Consiglio regionale e una riforma della programmazione". Sempre a riugardo la diminuzione da 54 a 40 consiglieri regionali e da 10 a 8 assessori Monaci puntualizza "Dato che abbiamo ridotto il numero dei consiglieri a 40 da qui si deve partire per costruirvi intorno la legge elettorale, con l'obiettivo di realizzare una rappresentanza territoriale diffusa, perchè con meno consiglieri il rischio è che alcune province vengano escluse". Monaci ha poi ricordato che rispetto all'attuale legge elettorale "i punti interrogativi sono sotto gli occhi di tutti: preferenza e soglia di sbarramento". Monaci ha poi sottolineato che per passare a 40 consiglieri sarà necessario modificare anche lo statuto dell'Assemblea e conclude dicendo "La decisione ormai è comunque presa e se c'è la volontà unanime dell'Assemblea possono essere sufficienti quattro mesi di lavoro".

Nel 2011 il Consiglio regionale della Toscana ha svolto 38 sedute ordinarie (a cui si aggiungono tre sedute solenni, due d'urgenza e due speciali), approvando 53 leggi e 90 delibere. Le sedute solenni sono state svolte in occasione del 'Giorno della memoria', del 'Giorno del ricordo' e per la Festa della Toscana, mentre le sedute d'urgenza sono state dedicate all'accoglienza dei migranti e al sostegno delle popolazioni colpite dalle alluvioni. Nel complesso le mozioni approvate sono state 91 su 191 presentate; le risoluzioni 40 su 62. Oltre il 30% delle leggi approvate è di iniziativa consiliare, mentre le proposte di legge presentate sono state 73, contro le 53 dell'anno precedente, e 95 le proposte di deliberazione. Sono 117 le interrogazioni a risposta orale svolte in aula, su 315 presentate, e 88 quelle svolte nelle commissioni. Il Consiglio ha anche operato una "manutenzione" sulla legislazione vigente che prevede ora 378 testi normativi sostanziali effettivamente vigenti. L'ufficio di presidenza si è riunito 36 volte, con 94 deliberazioni e 2 decisioni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »