energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il presidente del Forteto, accusato di violenza sessuale, si dichiara innocente Notizie dalla toscana

I legali di Rodolfo Fiesoli, il settantenne presidente della comunità di recupero mugellana Il Forteto, hanno comunicato che il loro assistito si è dichiarato innocente. Gli avvocati Lorenzo Zilletti e Lucia Minnini hanno sostenuto che il loro assistito si sarebbe detto estraneo a qualsiasi atto sessuale, consenziente o meno, nei confronti di persone appartenenti alla sua comunità. Oggi, 23 dicembre, il giudice per le indagini preliminari di Firenze, Paola Belsito, ha ascoltato per circa un'ora e mezzo Fiesoli, che avrebbe negato di aver compiuto i maltrattamenti e le violenze sessuali delle quali è stato accusato. Al gip il presidente del Forteto ha chiesto che, oltre le persone che lo accusano, vengano interrogate anche le tante persone che in 34 anni di attività della comunità di recupero hanno tratto giovamento dal suo operato. Fiesoli ha anche chiarito, durante l'interrogatorio, che avrebbe dormito con un ospite del Forteto non per inclinazioni omosessuali, ma perché si trattava di una persona che aveva manifestato istinti suicidi e che, pertanto, andava controllata senza interruzioni. I legali del presidente del Forteto, che attualmente si trova in una sezione protetta del carcere fiorentino di Sollicciano, hanno chiesto per il loro assistito gli arresti domiciliari nella sua casa di Rosignano Marittima (Livorno), ma il gip si è riservato di decidere nei prossimi giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »