energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il pubblico cinematografico tra “Sala e Salotto” Cinema

Il pubblico cinematografico nel 2012 è aumentato di un milione rispetto al 2010. A rilevarlo sono Anica e Univideo in una ricerca i cui risultati saranno oggetto di discussione e confronto in un convegno nazionale che si terrà a Firenze domani 16 ottobre. L'appuntamento è "Sala e Salotto 2013", che affronterà il tema delle tipologie del pubblico dei film al cinema e a casa. Il convegno si terrà domani, 16 ottobre, dalle 11 alle 16 all'Auditorium di Sant'Apollonia (Via San Gallo 25/a). 

Interverranno l'Assessore alla Cultura della Regione Cristina Scaletti, i rappresentanti di ANICA (Riccardo Tozzi, Angelo Barbagallo e Michele Napoli), The Space Cinema (Giuseppe Corrado), ANEC (Domenico Di Noia), FICE (Mario Lorini), Associazione 100 Autori (Maurizio Sciarra), RAI (Roberta Delli Carpini), Sky Cinema (Margherita Amedei), Univideo (Roberto Guerrazzi), Mediaset (Giovanni Modina), Chili TV (Stefano Parisi), Cubovision (Piero De Chiara). In occasione del Convegno di Firenze, la società Ergo Research presenterà anche la seconda parte di questa ricerca, che per la prima volta illustrerà tutti gli elementi relativi alla fruizione e al gradimento da parte del pubblico dei film di produzione nazionale italiana sia in sala che in tutti gli altri mezzi e supporti.

La prima parte della ricerca, già presentata alla Mostra di Arte Cinematografica di Venezia, aveva invece scoperto, attraverso 3.000 interviste a un campione rappresentativo dell'universo della popolazione italiana sopra i 15 anni, che le persone fisiche che sono andate almeno una volta al cinema nell'anno 2012 sono aumentate rispetto al 2010 di più di 1 milione: erano 27 milioni nel 2010 (anno analizzato nella precedente rilevazione di "Sala e salotto"), sono stati oltre 28 milioni nel 2012. A diminuire (e in maniera considerevole) è stata invece la frequenza media delle sale: se nel 2010 si acquistavano in media 4,5 biglietti a testa nell'arco di un anno, nel 2012 si è scesi a una media di 3,6 biglietti pro capite.

Il convegno di domani sarà quindi un ottimo punto di incontro per parlare del futuro del cinema in generale, e di quello italiano in particolare, nelle nostre sale.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »