energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il pugilato festeggia il neo presidente Alberto Brasca Sport

E’ stata davvero una grande festa. Partecipata, sentita, con molti risvolti umani. Il popolo del pugilato toscano – ma sono arrivati dirigenti anche da altre regioni – ha voluto oggi domenica 17 febbraio festeggiare il 67enne fiorentino Alberto Brasca per la sua elezione a presidente della Federazione italiana di pugilato.
  Uno scambio di messaggi di auguri, di riconoscimenti tra i massimi esponenti della boxe della nostra regione ed Alberto Brasca che siede da un mese sulla poltrona più alta del nostro pugilato. “Mi impegnerò al massimo – ha detto commosso il neo presidente federale – per migliorare e potenziare la nostra boxe. Per risolvere i tanti problemi. Per valorizzare i giovani che emergono. Vi ringrazio per avermi sostenuto e farò tesoro dell’esperienza acquisita vivendo con voi per tanti anni le vicende del pugilato toscano. Spero di non deludere la vostra fiducia”.
  In sala oltre un centinaio di appassionati della boxe che si sono ritrovati per partecipare a questa riunione conviviale promossa da Gabriele Sarti patron della Boxe Mugello cioè di una delle società italiane più importanti per attività. Per tutti un’accoglienza festosa, ed un ricco pranzo. Complimenti al dinamico Sarti.
  Tra gli ospiti d’onore i tecnici degli azzurri Francesco Damiani e Raffaele Bergamasco. Presenti pure Giovanni Bettarini e Stefano Marucelli rispettivamente sindaco ed assessore allo sport del Comune di Borgo San Lorenzo.
   Ha parlato anche Giuseppe Ghirlanda presidente del Comitato toscano della boxe. “Daremo tutto l’appoggio possibile al neo presidente. Ma intanto comunico che il pugilato in Toscana è in continua espansione. Sono 51 le società, 570 i pugili tesserati e, nel 2012, sono state organizzate ben 109 riunione”.
  Tra gli altri personaggi che affollavano il “Foro Boario” i tecnici Alessandro Boncinelli maestro di Bundu. “Leonard – ha detto – sarà a Firenze tra una decina di giorni e preparerà la difesa del titolo europeo dei welter fissata per il 6 aprile a Roma allenandosi nella nostra Palestra dell’Accademia Fiorentina. Il suo avversario al titolo il polacco Rafal Jackievicz – ha aggiunto Boncinelli – è una brutta bestia. Forse per Bundu l’avversario più pericoloso di quelli che ha incontrato e battuto in 28 incontri da professionista. Ma se sarà al massimo della condizione Leo può vincere ed aspirare a combattere per un titolo mondiale”.
  Tra gli altri presenti Pisani e Roncaglia della Boxe Rubur Scandicci; Franchini della Pugilistica Carrarese; la famiglia Tassi della Pugilistica Livornese con Gioia Tranchesi anche vice presidente del Comitato toscano; Salvemini della Boxe Livorno; Antonio Carta della Boxe Valdisieve. I medici di bordo ring Ezio Truppa ed Ivana Grillini. Fermiamoci qui anche se la lista sarebbe ancora molto lunga.
—————————

Print Friendly, PDF & Email

Translate »