energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il punto sulla B: all’Empoli le ultime emozioni del torneo cadetto Sport

Per buona parte delle toscane tuttavia ciò che resta del campionato cadetto, nove turni da ora al 27 maggio, a meno di straordinari filotti positivi o negativi, è il puro onorare dell’onesta competizione. Il Grosseto infatti, dopo una discreta prima parte di stagione, durante la quale ha vivacchiato con rispetto a ridosso della zona playoff, ha subito un netto rallentamento, complice anche il poco tranquillo viavai in panchina decretato dal vulcanico presidente Cammilli: Giuseppe Giannini subentra a Carlo Ugolotti, poi il Principe se ne va con show in conferenza stampa subito dopo il pesante successo esterno per 2 a 1 sul Pescara, gli subentra Fabio Viviani che non riesce a tenere in pugno la situazione (una sola vittoria in sei uscite), e alla fine torna Ugolotti, che sta tenendo a galla i grifoni senza infamia e senza lode. Con 42 punti i maremmani sono a 10 punti dai playoff ma tengono a distanza di 13 lunghezze la retrocessione, quindi a meno di colpi di testa, si può già pensare al futuro, a iniziare dall’impegno casalingo di domani contro un’altra compagine che ormai ha poco da chiedere a questo campionato, il Bari, avanti di 3 punti. Leggermente meno tranquilla, ma appena appena, è la situazione del Livorno. I labronici hanno disputato un campionato anonimo, colpa anche di un rosa eccessivamente indebolita dopo il fallimento dell’accesso ai playoff della passata stagione (settimo, questo il piazzamento finale, a -2 dalla Reggina ultima a centrare il traguardo utile per giocarsi la A). Oggi il Livorno ha 38 punti, con Armando Madonna sembra aver trovato quella minima tranquillità (7 punti nelle ultime quattro gare) necessaria per resistere fino alla fine. Domani la squadra amaranto fa visita al Padova, non proprio il cliente più semplice, tuttavia ormai serve completare la stagione e capire una volta per tutte cosa il presidente Spinelli vuole riservare alla sua tifoseria per la prossima stagione, se un futuro o ancora limbo. Alla fine dei conti dunque, resta l’Empoli l’ultima squadra che ha ancora qualcosa da chiedere a questa serie B. Con 34 punti, gli azzurri del presidente Corsi hanno 5 punti sull’Ascoli quart’ultimo, ma non è un margine rilassante visto che, nonostante l’ultimo ko casalingo col Modena, i bianconeri stanno dimostrando con grinta e cattiveria non comuni di volere a tutti i costi la salvezza, e dato che lo stesso Empoli più volte quest’anno è incappato in scivoloni non certo degni di una rosa che, a inizio campionato e ora con un Big Mac Maccarone in più, avrebbe potuto come minimo essere in lotta per un posto dal quarto al sesto. La realtà però è questa, un’annata balorda può capitare (anche una e mezzo, vedi la Sampdoria…), ora non resta che fare più punti possibile da qui alla fine, a partire da domani al castellani nello scontro diretto con la Nocerina.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »