energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Il rettore dell’Università di Pisa fa il punto sul suo primo anno di mandato STAMP - Università

Venerdì 25 novembre si è tenuto, presso il Polo Carmignani dell’Università di Pisa, un incontro fra il rettore, Massimo Augello, ed i docenti dell’Ateneo pisano. «In un periodo di difficoltà – ha dichiarato il rettore dell’Università di Pisa – abbiamo approvato una manovra di bilancio espansiva, che ha permesso di investire risorse in tutti i settori strategici per lo sviluppo dell'Università: la ricerca, soprattutto attraverso il sostegno ai giovani ricercatori, il trasferimento delle conoscenze innovative sul territorio, l'internazionalizzazione, le politiche a favore degli studenti». L’Ateneo pisano, ha ricordato il professor Augello tracciando un bilancio del suo primo anno di mandato, ha intrapreso delle iniziative mirate a razionalizzare la didattica pur mantenendo un’offerta formativa di qualità, ha iniziato i lavori per la rivalutazione del patrimonio immobiliare dell’Università di Pisa ed ha lanciato importanti progetti di ricerca. Il rettore, poi, ha ricordato come, pur in un periodo di profondo cambiamento, i valori dell’Ateneo pisano rimangano invariati. All’Università di Pisa, ha spiegato infatti Augello, c’è «un lavoro quotidiano che mira a rafforzare il senso di comunità, di appartenenza all'Ateneo delle persone che in esso lavorano o studiano, che ne sono allo stesso tempo il motore e il cuore, e che dunque devono percepire chiaramente questa loro importanza, ciascuno nel proprio ruolo, recuperando e accrescendo l'orgoglio di “essere” Università di Pisa. Solo divenendo vera comunità di sentimenti, di intenti e di valori – ha concluso il rettore – sarà possibile cogliere le opportunità che questa difficile transizione verso il nuovo può presentare per chi sarà capace di individuarle e gestirle». Fra i prossimi passi fondamentali per l’Ateneo pisano sono in programma la definizione del nuovo Statuto, l’adozione di un Regolamento generale d'Ateneo, l’approvazione del nuovo Codice etico e la progettazione del Bilancio sociale. Il rettore, infine, ha richiamato l’importanza della collaborazione fra Atenei toscani e Regione per un rilancio della cultura accademica ed un maggiore coordinamento delle attività delle università toscane.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »