energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Il tappeto verde bello ma infestante dell’alga paperina Ambiente, Foto del giorno

Camaiore –  Ci sono voluti due interi giorni di lavoro agli uomini del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, per rimuovere l’alga fiorita nella fossa dell’abate nel Comune di Camaiore. La pulizia si può dire conclusa stamani (venerdì 9 giugno) e lo specchio d’acqua è tornato ad essere libero. “Ci siamo attivati subito, appena è stato messo a disposizione il cassone per la raccolta, da parte dell’azienda dei rifiuti, come prevede il protocollo d’intesa che ci vede firmatari insieme ai comuni di Camaiore e Viareggio”. Così dichiara il Presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi, che sottolinea l’importanza della fattiva collaborazione tra gli Enti e quanto, questa sinergia possa produrre ottimi risultati e risposte certe ai cittadini e al territorio.

Le operazioni sono state compiute manualmente, lavorando da una barca all’interno del canale. Il lavoro quest’anno è stato particolarmente complicato a causa del tipo di alga da togliere. La specie fiorita in questi giorni, è l’innocua ‘lenticchia d’acqua (Lemna minor), in gergo chiamata paperina. La foglia è minuscola, 2-3 millimetri, non ha radici, ma galleggia. Ha una elevatissima capacità di moltiplicazione e date le condizioni favorevoli del bel tempo, calura e acqua ferma del canale, ha ricoperto lo specchio d’acqua, formando un tappeto verde di migliaia di piantine. Alla consistenza è quasi impalpabile, una miriade di piccolissime foglioline verdi che tendono a scappare da ogni parte, appena il rastrello le smuove per raccoglierle.

“L’unico modo per toglierla è stato quello di utilizzare strumenti rivestiti con una rete a maglia fittissima – spiega Ridolfi – Si è trattato di un lavoro certosino che ha richiesto molta pazienza e che ci siamo impegnati a concludere nel più breve tempo possibile.”

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »