energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Teatro di Rifredi “sulla cresta dell’onda” Spettacoli

Il Teatro di Rifredi presenta in modo ironico la nuova stagione “Sulla cresta dell’onda”: «bisogna vedere se si tratta dell’onda del successo o di quella dello tsunami». Lo spirito del teatro diretto da Pupi e Fresedde, che si dichiarano “una squadra di surfisti”, è nonostante tutto ottimista: «Consoliamoci nel constatare che non esistono solo politici e funzionari impegnati nella promozione della propria immagine o nella difesa dei propri privilegi, ma anche politici e funzionari che concepiscono il loro lavoro come servizio al territorio attraverso la programmazione ed il sostegno; non solo artisti improvvisati o presuntuosi ma anche seri artigiani della scena e coraggiosi talenti; non solo spettatori supini allo star system ma anche un pubblico esigente, curioso e disponibile tanto al divertimento quanto alla riflessione». È questa la dichiarazione di presentazione del programma 2011/2012, con partenza il 3 novembre e che si divide in sezioni ben definite.

Prima di tutto sono presenti le produzioni locali secondo un’idea di progettualità stabile e continua, per cui alle prime nazionali, quali “Il Giornalino di Gian Burrasca” e “Io non so chi sei”, si affiancano spettacoli giunti all’ottavo anno di replica, come “L’ultimo harem” (foto): tutte ideazioni di Angelo Savelli, punta di diamante del teatro. Ai lavori “di casa” si alternano ospitalità di vario tipo, da artisti europei del calibro di Peter Stein e Maddalena Crippa con “Tributo”, a Simone Cristicchi in “Li romani in Russia” per la regia di Alessandro Benvenuti, a Fabio Canino in “Tutta colpa di Miguel Bosè” e al coreografo Fabrizio Monteverde in “Coppelia”, fino a coinvolgere compagnie toscane tradizionalmente accolte dal teatro quali l’Arca Azzurra, che presenta ben tre testi di Machiavelli, e i Teatri d’Imbarco con due spettacoli diretti da Nicola Zavagli.

Mentre continua l’appuntamento con l’International Visual Theatre, che vede il ritorno della compagnia spagnola Yllana con “¡Splash!” e l’approdo del duetto francese Duel con lo spettacolo comico musicale “Opus 2”, sotto la dicitura “Interferenze toscane” vanno ben otto compagnie impegnate nella contaminazione di teatro, musica, danza, canto, circo e arti visive, provenienti da Prato, Pisa, Siena, Grosseto, Empoli, il Valdarno e l’area fiorentina, a dimostrazione della grande disponibilità del Teatro di Rifredi nel dare spazio a gruppi che non hanno ancora un luogo dove esprimersi. Per concludere anche quest’anno il teatro sarà impegnato nelle tantissime attività con i ragazzi e le scuole, elemento considerevole della sua presenza sul territorio toscano.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »