energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il treno d’Istanbul Rubriche

Camminavano con i baveri alzati e le spalle ingobbite; sui tavolini, nei lunghi vagoni, le lampade erano accese e splendevano attraverso la pioggia come una collana di perline azzurre. Una gru gigantesca ruotò e si abbassò; il cigolio dell'argano coprì per un momento gli scrosci pervadenti dell'acqua, l'acqua che scendeva dal cielo nuvoloso, l'acqua che sciabordava contro il molo e le fiancate del battello della Manica. Erano le quattro e mezzo del pomeriggio.

Traduzione: Bruno Oddera

Print Friendly, PDF & Email

Translate »