energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il vescovo di Pistoia ha incontrato i familiari di Samb e Diop Cronaca

 “Un gesto di attenzione e solidarietà da parte nostra, ricambiato da un calore umano che mi ha particolarmente colpito e commosso”. Questo il commento a caldo del Vescovo di Pistoia che oggi, in Senegal, ha incontrato le famiglie dei due senegalesi uccisi a Firenze. “Quello che sui giornali è una semplice notizia –  continua il prelato – quando si incontrano le persone diventa tragedia con volti visibili e vite concrete: i familiari si sono presentati con grande dignità e grande tristezza; venivano dai villaggi interni dopo un viaggio lungo e difficile; si erano messi il vestito migliore. Noi ci siamo resi conto in presa diretta di come il gesto dell'omicida abbia reciso il filo della speranza per due famiglie, soprattutto per una bambina di 13 anni che non ha mai visto il padre e per un bimbo di 5 anni”.  All'incontro erano presenti anche il presidente e il segretario generale della associazione dei senegalesi di Firenze. I familiari delle vittime hanno anche citato un proverbio senegalese secondo cui il gesto più grande di vicinanza e di riparazione è incontrare personalmente l'offeso. E' stato offerto un aiuto economico e si è ipotizzato un percorso per sostenere gli studi dei figli. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »