energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Impermanenza #2”. Il Ristorante Falterona di Stia inaugura la stagione espositiva con Elda Lenzi Arezzo, Firenze, My Stamp

STIA – Dal 9 luglio al 4 settembre 2016 il Ristorante Falterona di Piazza Tanucci 9, a Stia (Ar), ospita “Impermanenza #2”, mostra personale di pittura di Elda Lenzi a cura di Marco Botti.

È il primo appuntamento di un affascinante progetto espositivo nato dalla collaborazione tra lo chef Leonardo Norcini e il giornalista culturale e curatore Marco Botti, che vedrà con cadenza bimestrale i migliori talenti artistici del territorio aretino esporre nel suggestivo locale che dà nella piazza principale del centro casentinese, quella che fa da sfondo al film “Il Ciclone” di Leonardo Pieraccioni.

Le mostre saranno scandite da eventi collaterali che mireranno a valorizzare i protagonisti e rinnovare quel magico connubio che da sempre lega il buon cibo, la natura e le arti.

LA MOSTRA:

“Impermanenza” è il nuovo progetto dell’artista aretina Elda Lenzi, presentato in anteprima a Firenze lo scorso maggio. In mostra una serie di tele di grande e medio formato che segnano uno spartiacque rispetto alla produzione precedente.

Come dicono il titolo e alcune filosofie orientali, nulla è permanente, tutto è destinato a cambiare e trasformarsi. Provare a controllare questo moto costante può solo provocare sofferenze. La Lenzi sceglie quindi di abbandonarsi alla corrente e di far fluire le emozioni, di aprirsi al divenire e di affrontare con serenità ciò che la vita vorrà riservarle.

“Impermanenza” può significare anche liberazione dalle scorie del passato, alleggerimento. Le opere accolgono così colori in dissolvenza, forme astratte impalpabili, colature senza limiti e confini. In alcuni casi pare di fluttuare tra masse di nubi che si sovrappongono, uniscono e confondono in un movimento armonico che non ha principio né fine.

Una mostra intensa che ha riscosso un notevole successo nella “città del giglio” e che adesso sbarca in Casentino per suggestionare tutti coloro che la visiteranno.

foto Elda LenziL’ARTISTA:

Elda Lenzi è nata nel 1958 a Castiglion Fibocchi ma vive e lavora ad Arezzo. Diplomata all’Istituto d’Arte di Arezzo, si appassiona fin da giovane al teatro, alla letteratura e alla pittura.

Tra il 1991 e il 1993 partecipa a vari laboratori teatrali e al corso biennale di teatro con il “metodo Stanislavskij”, promosso dalla scuola Diesis Teatrango a Loro Ciuffenna. Grazie a queste esperienze recita ne “I giganti della montagna” di Luigi Pirandello al Teatro Bicchieraia di Arezzo e in “Nozze di sangue” di Federico Garcia Lorca a Pieve a Presciano.

Nel 2011 pubblica in proprio la raccolta di poesie dal titolo “Dal Tremore all’Amore”, mentre nel 2012 dà alle stampe il romanzo “Il tempo di Inanna” (Ismecalibri).

La sua attività pittorica negli ultimi anni si è intensificata. Nel 2012 Elda presenta una personale nell’ambito di “Calici sotto le stelle 2012” a Castiglion Fibocchi. Nello stesso anno si aggiudica il Premio “Rappresentanza Confindustria di Arezzo” all’interno del “XXII Premio Nazionale di Pittura Città di Civitella” di Civitella in Val di Chiana.

Nella primavera 2015 espone con la personale “Terra e Cielo. Vibrazioni e Frequenze”, in occasione di EXPOniAMO a Castiglion Fiorentino. Nello stesso anno le sue opere sono ad Arezzo all’interno degli eventi “Musica per il 3° millennio” nella sede della Fondazione “Guido d’Arezzo” e “Musica d’una sera di mezza estate” nell’atrio di Casa Petrarca. Ancora nel 2015 è selezionata per la collettiva “Sensi”, allestita alla Galleria “SanLorenzo Arte” di Poppi.

Nel 2016 presenta a Firenze il nuovo ciclo “Impermanenza” e il raffinato catalogo curato da Marco Botti, corredato dalle poesie dell’artista (progetto grafico e foto Luciferi fineart LAB, stampa Tipografia Basagni). www.eldalenzi.it

foto facciata Ristorante FalteronaLA LOCATION:

Parola d’ordine: Qualità. In questo vocabolo si potrebbe sintetizzare la filosofia del Ristorante Falterona, una parola di cui il giovane chef Leonardo Norcini sembra veramente non poter fare a meno.

Materie prime scelte con cura, passione ed esperienza; un’intensa lavorazione di esse, senza mai però alterarne l’autenticità dei sapori. Situato a Stia, nell’ormai famosa piazza del film “Il Ciclone”, il Ristorante Falterona si distingue per semplicità ed eleganza; un’atmosfera familiare che magicamente si trasforma in un ambiente unico e raffinato.

Lo staff si completa con Ilaria, Sonia e Roberto, ragazzi cordiali, sempre pronti a esaudire, con gentilezza ed educazione, ogni vostra richiesta.

Grazie alla sua passione per l’arte, lo chef Leonardo dà la possibilità ai migliori artisti emergenti di poter esporre le proprie opere all’interno del suggestivo locale, rendendolo ancor di più un luogo ricercato e di stile.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »