energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Imprese ICT: a Prato gli incontri del Matching Day 2017 Economia

Firenze –  Creare collaborazioni e relazioni tra le imprese artigiane e quelle che operano nel settore ICT per innovare prodotti e processi e presentarsi sul mercato in modo più competitivo. E’ lo scopo di Matching Day 2017, iniziativa ideata e promossa da Confartigianato Toscana e patrocinata dalla Regione che è stata presentata a Palazzo Strozzi Sacrati.

MatchingDay 2017 è in programma il prossimo sabato 11 febbraio dalle 9.30 alle 17.30 presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Prato. Secondo i dati di Movimprese, ol servizio statistico delle Camere di commercio, in Toscana sono 46.885 le imprese attive, il 9,43% di tutte le imprese italiane. Le aziende che operano nel settore ICT sono 6.068, il 6,37% di tutte le italiane, il 12,94% di quelle che operano nell’intero manifatturiero.

Il Matching Day, evento pensato secondo lo schema “business speed-dating” (incontri one-to-one di 15 minuti ciascuno) , permette alle imprese di far crescere la propria rete di contatti e di collaborazioni, incontrando fino a 25 altre imprese o professionisti selezionati sulla base del proprio profilo e delle proprie esigenze.

“Un’iniziativa molto interessante – ha commentato l’assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo – nata per creare relazioni tra le realtà dell’artigianato e le imprese che operano nel settore ICT. Confartigianato l’ha ideata e promossa e la Regione ha deciso di sostenerla perché si inserisce nel campo di azione in cui abbiamo deciso di investire risorse importanti: l’innovazione tecnologica e la costruzione di servizi a questa dedicata”.

“La qualità dei prodotti artigiani toscani – ha aggiunto Ciuoffo – continua ad essere un fattore determinante ma molte aziende del settore scontano, sotto il profilo dell’innovazione tecnologica, un gap negativo rispetto alla media nazionale. Abbiamo artigiani di grandissima qualità ed un settore assolutamente dinamico ma con un livello di innovazione tecnologica non al pari delle richieste del mercato. Un gap che dobbiamo colmare in modo rapido, attraverso un percorso da fare insieme. Le imprese artigiane – ha concluso l’assessore – grazie a Confartigianato possono entrare in contatto con realtà capaci di mettere a disposizione conoscenze, prestazioni professionali e strumenti di innovazione tecnologica. Una opportunità per occupare nuovi mercati, creare nuovi prodotti ed essere più competitivi”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »