energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Imprese straniere crescono, +4,1% nell’area fiorentina Economia

I dati aggiornati al secondo trimestre 2013 emergono dall'analisi della Camera di Commercio fiorentina: a metà anno le imprese straniere attive sono 14.151, in aumento su base annuale del 4,1%: di questa percentuale, l'aumento di ripartisce fra  il +0,5% delle imprese di parte comunitaria e il +5,2% extracomunitaria.
Di crisi si continua  a parlare nel settore edile, ma rispetto allo scorso anno emerge che i più colpiti sono stati i comunitari con -1,8%, rispetto agli extracomunitari al +1,3%; sono in crescita le imprese del settore agricolo che segnano +4,4% e del commercio con +5,5%; continua a crescere anche il manifatturiero +7%, oltre al settore servizi di trasporto e magazzinaggio +2,7%.

Se si considera il numero degli stranieri con almeno una carica in imprese attive, ci si accorge che nell'area fiorentina ci si avvicina alla soglia delle 18mila unità, precisamente17.890, che, in punti percentuali, significa una crescita pari al +3,7% rispetto al secondo trimestre 2012; la loro quota sul totale cresce, passando da 11,3% rilevato a giugno 2012 a 11,9%.
Il 70,4% loro, dato da confrontarsi col 36,2% degli italiani,  detiene una sola carica; nel complesso, i lavoratori stranieri arrivano ad accentrare su di loro 21.150 titoli (intesi come somma di cariche e qualifiche – 9,2% sul totale, +4,1% in un anno).

Nessuna sorpresa circa le nazionalità più diffuse in provincia di Firenze, che rimangono quelle classiche del nostro territorio : cinesi, albanesi, romeni e marocchini assieme rappresentano il 55,6% degli stranieri, che detengono almeno una carica in un’impresa attiva fiorentina. Le prime 10 nazionalità, invece, arrivano al 69,1%. Tra queste, in forte crescita senegalesi, marocchini e cinesi, in calo iraniani e statunitensi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »