energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Imu: Calenzano e Figline abbassano le aliquote Società

Nella giornata di ieri, giovedì 27 settembre, due Comuni della Provincia di Firenze hanno deliberato l’abbassamento delle aliquote Imu. Si tratta del Comune di Calenzano e del Comune di Figline Valdarno. Nel primo l’aliquota sulla prima casa rimarrà allo 0,4%, mentre l’aliquota sugli appartamenti dati in comodato d’uso o affittati a privati o parenti entro il 2° grado passerà da 0,86% a 0,60%. L’abbassamento di questa aliquota è stato possibile grazie ad un innalzamento dell’aliquota sulle case sfitte, che passa dallo 0,90% all’1,06%. Aumenta l’Imu anche per i laboratori artigiani (da 0,86% a 0,90%) e per i capannoni industriali (da 0,86% a 0,95%), ma Calenzano resta uno dei Comuni della Piana fiorentina ad avere l’imposta municipale unica più bassa. Anche a Figline l’aliquota Imu è stata ribassata dal Consiglio comunale, passando dal 0,93% al 0,9%. L’aliquota per immobili non produttivi di reddito fondiario passa dal 0,92% al 0,9%, mentre restano al 1,06% l’aliquota per gli immobili sfitti, al 0,46% quella per gli immobili locati a canone concordato, ed al 0,4% quella sull’abitazione principale. A Figline restano esentati dal pagamento della quota comunale dell’Imu, le Onlus e le Asp proprietarie di immobili in cui si svolge attività istituzionale, come anche i fabbricati rurali ad uso strumentale. Confermate anche le agevolazioni per anziani e disabili con residenza in strutture socio-sanitarie, per i cittadini italiani iscritti all’Aire e per i residenti all’estero. Restano anche le detrazioni sull’abitazione principale: 200 euro ad immobile e 50 euro per ogni figlio di età inferiore ai 26 anni che abiti in quella casa, ma fino ad un massimo detraibile di 400 euro.

Foto: http://www.vigonza.blogolandia.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »