energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Imu, Cosimi: “La soluzione del Governo determinerà crisi di cassa per i Comuni” Notizie dalla toscana

 “La soluzione adottata dal Governo sull’Imu non ci convince. L’acconto di giugno calcolato sulle aliquote base, e il rinvio al saldo di dicembre del pagamento con le aliquote che saranno stabilite dai Comuni, rischia di non garantire ai Comuni la liquidità necessaria”. Ad affermarlo è Alessandro Cosimi, sindaco di Livorno e presidente di Anci Toscana. “Pensiamo sia un atto di irresponsabilità del Governo – attacca Cosimi – : ha prodotto questa situazione di confusione dopo aver fatto lavorare i Comuni per mesi nell’incertezza di sapere come applicare queste aliquote e oggi blocca tutte le aliquote al minimo determinando una crisi di cassa in tutti i Comuni”. Inoltre, il fatto che il versamento avvenga tramite F24 “crea – aggiunge Cosimi – una situazione per cui molti contribuenti  finiranno col pagare l’Imu attraverso una compensazione dei crediti di imposta che vantano nei confronti dello Stato”.  Con questo meccanismo “il rischio concreto – avverte Cosimi – è che non arrivi liquidità nelle casse dei Comuni e che questi ultimi non abbiamo più le risorse che ci occorrono per pagare gli stipendi ai dipendenti”. Secondo il presidente di Anci Toscana “l’unica soluzione possibile è che l’aliquota dell’Imu “seconda casa” del 7,6 per mille, come l’Anci ha già proposto da tempo, rimanga interamente ai Comuni, perché altrimenti, restando così la legge, oltre il 40% va allo Stato”. “Tra tagli diretti e indiretti, Patto di stabilità, Tesoreria unica e incertezze normative nessuna delle questioni aperte con il Governo ha ottenuto ad oggi una risposta – conclude Cosimi -. E’ francamente incredibile spostare, come sta facendo questo Governo, tutti i problemi causati dalla crisi a livello comunale, facendo diventare i sindaci non solo esattori, ma nella cultura della tradizione toscana, una sorta di mezzadri: metà del raccolto a chi stabilisce le regole, senza metterci la faccia”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »