energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

In arrivo dalla Regione 200 assegni di ricerca STAMP - Università

«Stiamo facendo un investimento importante sul capitale umano – ha dichiarato negli scorsi giorni la vicepresidente della Regione Toscana con delega ai rapporti con le Università, Stella Targetti – ed intendiamo contribuire a dotare il nostro sistema, universitario e della ricerca, di risorse umane in grado di contare su una continuità di lavoro in un momento nel quale la contrazione di risorse statali colpisce anche questa capacità di rinnovamento del capitale umano». L’assessore regionale sarà il 19 gennaio a Pisa (polo didattico Carmignani, piazza dei Cavalieri, ore 15.00-18.00), il 27 a Siena (residenza “Sperandie”, via delle Sperandie 33, ore 10.00-13.00) ed il 30 a Firenze (auditorium di Sant’Apollonia, via San Gallo 25, ore 15.00-18.00) per presentare il nuovo avviso pubblico regionale che, pubblicato l’11 gennaio sul BURT (Bollettino Ufficiale della Regione Toscana), mette a disposizione delle Università e degli enti di ricerca toscani ben 200 assegni di ricerca cofinanziati dalla Regione. I destinatari degli assegni di ricerca (giovani laureati e dottorati) avranno 60 giorni di tempo per presentare i loro progetti di ricerca negli 8 ambiti disciplinari ai quali si rivolge il bando (scienza della vita, biorobotica e neuroscienze, sistemi avanzati di accelerazione della conoscenza, fotonica, nanomateriali e nuovi materiali, social innovation, energie rinnovabili, spazio e aerospazio). Nel bando regionale non sono previsti limiti di nazionalità, è indicato il rispetto della parità di genere e delle pari opportunità ed è assicurata la trasparenza nelle procedure di selezione. Nata nell’ambito del progetto Giovanisì, l’iniziativa impegnerà la Regione Toscana per circa 6 milioni di euro destinati a cofinanziare il 50% degli assegni di ricerca biennali da 30.000 euro ciascuno che saranno assegnati ai giovani ricercatori toscani.
Per maggiori informazioni: www.regione.toscana.it/istruzioneericerca

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »