energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

In Francia è boom dei “vinili”: nasce uno stabilimento Economia

Parigi – I 33 giri, che con l’avvento dei CD sembravano destinati a essere relegati alla sfera dei ricordi, stanno facendo un grande ritorno in Francia. Lo hanno capito due giovani  imprenditori brettoni che hanno deciso di lanciarsi con uno stabilimento a Rennes nella produzione di “vinili” per rispondere alla crescente domanda del mercato. Grazie alla rinascita del vinile ogni tre mesi si apre in Francia un nuovo negozio di dischi.

Le vendite di “Long Playng” dovrebbero balzare dall’attuale 4,5% del mercato dei dischi al 10% entro il 2017, dimostrando cosi` maggiore  vitalità del settore.  Le majors hanno deciso di cavalcare nuovamente questo formato, che ha anche il vantaggio di offrire i migliori margini, ma nel mondo vi sono attualmente pochi stabilimenti in grado di pressare i vinili e  cosi`  i ritardi di produzione fanno perdere molte vendite.  In Francia attualmente solo una fabbrica è in funzione. E’ per questo dunque che Antoine Ollivier e Mickael Collet hanno deciso di creare France Vinyl sicuri di avviare un’attività redditizia già nel giro di un anno.  I macchinari sono in arrivo e la produzione dovrebbe cominciare all’inizio del 2015, con l’obiettivo di proporre 500 vinili per 1.500 euro copertina compresa. Per reperire gli ultimi fondi necessari per avviare la loro impresa , i due giovani sono ricorsi con successo al crowdfunding.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »