energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

In oltre 200 alla festa del Club Glorie del ciclismo toscano Breaking news, Sport

Firenze – Saranno oltre duecento gli amanti del ciclismo che domenica prossima saliranno al Convento di Santa Lucia alla Castellina, situato sulle pendici di Sesto Fiorentino, per partecipare all’annuale raduno dei soci del “Club Glorie del Ciclismo Toscano”.

L’evento, organizzato dai vertici di quel club cioè dal presidente ex professionista Roberto Poggiali e dall’infaticabile segretario Giuliano Passignani, avrà al centro la cerimonia della premiazione di due personaggi.

I prescelti sono Franco Chioccioli e Renzo Maltinti. L’ex campione di Pian di Scò (Arezzo) riceverà il premio alla carriera. E’ nato a Castelfranco di Sopra il 25 agosto 1959, soprannominato “Coppino” per la sua somiglianza con Fausto Coppi, ottimo scalatore e competitivo a cronometro.

Protagonista di primo piano in alcuni Giri d’Italia corsa che ha vinto nel 1991 battendo Bugno, Chiappucci, lo statunitense Greg LeMond, lo spagnolo Lejarreta. Ma nella corsa rosa vanta anche un secondo, due quarti ed un sesto posto.

Tra i suoi successi pure la Coppa Agostoni ed il Giro del Trentino nel 1984; il Giro del Friuli nel 1985; una tappa del Giro della Svizzera nel 1986; la Coppa Sabatini a Peccioli di Pisa nel 1991 e la tappa di Saint Etienne nel Tour de France del 1992.

Chioccioli era molto apprezzato da Alfredo Martini che di lui diceva : “Come scalatore è tra i primi dieci di sempre. Bravo anche a cronometro. Senza la tormenta sul Gavia, dalla quale Chioccioli ne uscì distrutto per il freddo e la neve, avrebbe vinto anche il Giro d’Italia

del 1988. E senza una caduta avrebbe pure conquistato il mondiale di Chambery nel 1989 perché quel giorno volava. Ha avuto anche il merito di aver riportato in Toscana la maglia rosa dopo Gino Bartali, Fiorenzo Magni e Gastone Nencini”.

Ora Chioccioli è titolare e gestore a Pian di Scò un agroturismo ed è direttore sportivo di una squadra ciclistica dilettanti.

L’altro premiato è Renzo Maltinti, personaggio di lungo corso nel mondo delle due ruote. Sponsor e presidente di una squadra ciclistica dilettanti, che porta il suo nome, è in campo da ben 40 anni visto che la sua società è stata fondata il 27 gennaio del 1977. Da allora ad oggi ha tesserato 423 corridori e totalizzato 343 vittorie. Un record che, appunto, al Convento di Santa Lucia sarà giustamente festeggiato.

Naturalmente Renzo Maltinti è in campo anche nella imminente stagione agonistica con una squadra dilettanti costituita dai confermati Claudio Longhitano, Nicolas Nesi, Diego Pietrini, Samuel Della Pina e l’albanese Kopshti. Ed i nuovi Daniel Savini, Alfonso Piselli, Kevelin Jaku, David Italiani, Roberto Mori, Claudio Valacchi e il colombiano Molano Pena.

Ed è impegnato pure sul fronte organizzativo. Sua l’organizzazione della Firenze-Empoli per dilettanti under 23 prima gara del 2017 in programma il 25 febbraio; quindi a maggio darà vita al Gran Premio Città di Empoli; a luglio al G.P. Città di Vinci ed in agosto al G.P. Gambassi Terme.

La cerimonia di domenica prossima avrà inizio alle ore 10 con la celebrazione della Santa Messa; quindi, sempre in chiesa, le premiazioni, infine il pranzo sociale durante il quale si esibiranno anche i comici fiorentini Casaredi e Forconi.

Tra la “folla” dei presenti questi gli ex corridori professionisti : Franco Bitossi, Alberto Caiummi, Sandro

Cammilli, Vittorio Chiarini, Giuseppe Grassi, Leonardo Mazzantini, Franco Lotti, Dante Morandi, Marcello Mugnaini, Mirko Puglioli, Silvano Ravagli, Alberto Tazzi

Print Friendly, PDF & Email

Translate »