energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

In Palazzo Vecchio il protagonista è il pallone Calcio, Sport

In Palazzo Vecchio domani giovedi si parlerà tutto il giorno di calcio. Al mattino (Sala d’Armi, ore 10,30) con un dibattito sugli stadi in Italia; nel pomeriggio (Salone dei Cinquecento ore 15,30) con la seconda edizione della “Hall of Fame del calcio italiano”.
   Il dibattito e le riflessioni a livello nazionale sul tema degli stadi e del relativo testo legislativo che giace ormai da troppo tempo nelle aule del Parlamento è stato promosso da Dario Nardella vice sindaco del Comune di Firenze.
  Il tema è chiaro. In Italia si registra un continuo e crescendo calo – ora è dell’8% – di spettatori, e non solo per colpa della TV, ma anche perchè gli stadi sono obsoleti quindi inadeguati alle normali esigenze dei frequentatori. Gli stadi inglesi e tedeschi, invece, sono belli, moderni, sicuri, funzionali.
  Dal dibattito di domani mattina dovrà partire un forte appello perché sia varata la legge sugli stadi prima dello scioglimento del Parlamento. Già approvata dalla Camera dei Deputati è “ferma” al Senato.
  Saranno presenti tra gli altri Giovanni Lollo primo firmatario di quella legge; Giancarlo Abete presidente della Federazione Calcio; Andrea Abodi presidente della serie B; Francesco Ghirelli direttore della Lega Pro; nonché rappresentanti di società di serie A e serie B.
  Nel pomeriggio, promossa dalla Federcalcio, in collaborazione con la Fondazione Museo del calcio diretta da Fino Fini, si svolge la seconda edizione della “Hall of Fame del calcio italiano”, iniziativa finalizzata alla celebrazione della cultura e dei valori del calcio attraverso i personaggi che hanno contribuito a tracciarne la storia.
  Lo scorso anno prima edizione furono scelti Michel Platini, Arrigo Sacchi, Marcello Lippi, Adriano Galliani, Roberto Baggio e Gigi Riva.
   Quest’anno per questa seconda edizione la Commissione aggiudicatrice composta dai direttori delle testate giornalistiche sportive nazionali e dal presidente dell’Unione Stampa Sportiva ha deciso di conferire il riconoscimento a Marco Van Basten per la categoria “giocatore straniero”; Paolo Maldini per il “giocatore italiano”; Giovanni Trapattoni per “allenatore italiano”; Luigi Agnolin e Paolo Casarin ex aequo per la categoria “arbitro italiano”; Giampiero Boniperti per il “dirigente italiano” e Dino Zoff per il “veterano italiano”.
—————————–

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »