energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

In pensione a 64 anni: perché solo per i lavoratori del privato? Opinion leader

Con amarezza, ma con senso civico e di responsabilità, avevo accettato la parte della manovra che aboliva le pensioni di anzianità, comprendendo che i sacrifici richiesti alle persone della mia età potessero servire a superare la crisi attuale del paese e favorire le future generazioni. Tuttavia, l'emendamento approvato il 13 dicembre scorso, mi ha colpita nel profondo, generando in me lo sconforto e la perdita di ogni speranza nell'equità che il governo sta promettendo. Tale emendamento, art. 24, comma 15 bis, prevede un regime agevolato di accesso al sistema pensionistico dei soli lavoratori del settore privato. In sostanza si è previsto una deroga alla nuova disciplina, introdotta con il decreto 201/2011, per coloro che avessero nel 2012 un'anzianità contributiva pari a 35 anni e raggiungessero secondo il regime delle quote, quota 96.
Il governo che ha riconosciuto una fortissima penalizzazione per i lavoratori che nel 2012, secondo il vecchio regime, avrebbero maturato i requisiti per la pensione, ha posto rimedio solo per i lavoratori del settore privato che potranno andare in pensione a 64 anni mentre i lavoratori, uomini e donne, del settore pubblico andranno in pensione di vecchiaia non prima dei 66 anni e tre mesi.
L'emendamento presenta gravi profili di illegittimità costituzionale dal momento che è contrario al principio di uguaglianza (artt. 3, 36 e 38 della Costituzione), una volta ravvisati gli elementi per considerare gravemente penalizzanti le nuove norme in materia di pensioni dettate dalla manovra per la categoria di lavoratori che, secondo il vecchio regime, avrebbero maturato i requisiti per andare in pensione nel 2012, dettare, poi, una disciplina derogatoria solo per alcuni lavoratori della suddetta categoria (i lavoratori del settore privato) e non anche per quelli del settore pubblico. Anche se non dubito che quello che scrivo sia a Lei noto e da Lei già ampiamente considerato, spero che possa essere di stimolo per un ripensamento finché si è ancora in tempo.                                                                                        

Vanna Console  (dipendente Regione Toscana)

Foto: Elsa Fornero http://torino.ogginotizie.it/104801-pensioni-fornero-aquot-riforma-e-grande-occasioneaquot/

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »