energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

In scena Padre Balducci,uomo planetario Società

Alto evento speciale, una prima teatrale assoluta che si terrà lunedì 2 luglio alle ore 21 al Teatro Romano di Fiesole, quando, nell’ambito delle iniziative ufficiali per il Ventannale della scomparsa di Padre Ernesto Balducci, andrà in scena “L’uomo planetario – emozione nel segno di Padre Balducci” di e con Claudio Ascoli. Una produzione di Chille de la balanza in collaborazione con Fondazione Balducci, Comune di Fiesole, Estate Fiesolana, Provincia di Firenze,  Regione Toscana, Ministero beni e attività culturali. Dunque i  Chille de la balanza – da sempre impegnati in rigorose operazioni di teatro civile e di narrazione,   producono uno spettacolo–conversazione sulla figura e le opere dello scrittore, teologo, profeta, annunciatore della Parola, militante della pace, educatore delle coscienze.  L’uomo planetario fu scritto da Padre Balducci nel 1985: “L’Europa del mercato morirà nel mercato se…” e ancora “Il ventaglio dei possibili storici si è allargato a tal punto da inglobare in sé anche la vita della specie: la specie c’è, ma potrebbe non esserci più. Non solo, ma la decisione tra l’essere e il non essere della specie è in mano all’uomo. (…) Se noi lasciamo che il futuro venga da sé, come sempre è venuto, e non ci riconosciamo altri doveri che quelli che avevano i nostri padri, nessun futuro ci sarà concesso.  Un altro spettacolo, dopo quello messo in scena dal grande paroliere e chansonier Beppe Dati, fatto di parole, immagini del tempo, interviste e riflessioni con la voce viva dello stesso Balducci, ma anche liberi collegamenti con i problemi dell’oggi e la proposta al dibattito di situazioni antiche solo oggi evidenti, ma che padre Balducci già leggeva con profetica lucidità negli anni ottanta.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »