energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

In Valdarno centri benessere cinesi a luci rosse Cronaca

Arezzo –  Scoperta dai Carabinieri di Arezzo un’attività svolta allo sfruttamento sessuale in centri benessere gestiti da cinesi nel Valdarno. L’operazione dei militi  della Stazione di Levane hanno concluso un’operazione denominata “Profumo d’oriente” nei confronti di cinesi residenti nella provincia di Arezzo. Attualmente sono presenti nel territorio aretino 40.326 cittadini stranieri, l’11.5% della popolazione totale (350.462 abitanti), tra cui 1.112 cinesi, pari a circa il 2.75% degli stranieri.

I primi nuclei di cittadini cinesi giunti in Italia si sono originariamente dedicati ad attività lavorative in settori tradizionali come quello della ristorazione ma, all’inizio degli anni novanta, l’adattabilità e la flessibilità dell’imprenditoria e della manodopera cinese è stata capace di rinnovarsi in diversi ambiti d’impiego, quali quello delle confezioni, della pelletteria, del terziario, della vendita al dettaglio di accessori e, da ultimo, della gestione di centri benessere.

L’inchiesta è durata da giugno a novembre 2014 diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo. L’esito delle indagini consentiva di dimostrare che  veniva esercitato sfruttamento sessuale ai danni di connazionali cinesi e offerte delle prestazioni rivolte a cittadini italiani, evidenziando uno schema organizzativo – afferma una nota dei Carabinieri –  che si discosta dalla tradizionale impermeabilità della comunità cinese che, anche al di fuori del paese d’origine, registra crimini intraetnici.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »