energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Inaugurate le nuove colonnine elettriche di Firenze Notizie dalla toscana

Firenze –  Firenze sempre più ambientalmente sostenibile. Da oggi un’altra tappa si aggiunge alla rivoluzione green in atto e diventa così la città più elettrica d’Italia: questa mattina, in piazza Indipendenza, il sindaco Dario Nardella e il direttore Country Italia di Enel Carlo Tamburi hanno inaugurato le prime colonnine di ricarica per veicoli elettrici che fanno parte della rete di 147 infrastrutture per la mobilità elettrica (nei prossimi mesi diventeranno 176) installate su tutto il territorio comunale per un totale di oltre 300 prese (ogni colonnina ha più punti di ricarica). Tra i presenti anche l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e l’assessore regionale all’Ambiente Federica Fratoni.

Per accedere alle colonnine c’è bisogno di una smart card che il Comune rilascerà la prossima settimana e i cittadini possessori dei veicoli elettrici dovranno pre-registrarsi per rilascio smart card per accedere al servizio cliccando su un link sulla home page del Comune di Firenze (http://sondaggi.comune.fi.it/colonnineelettriche).  Il gruppo Enel si è aggiudicato il bando per la fornitura e l’installazione delle colonnine elettriche e quello per la fornitura dell’energia elettrica per il primo anno durante cui per gli utenti la ricarica sarà gratuita.

“Con queste nuove postazioni ci avviamo ad essere la prima città in Italia per numero di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici in termini assoluti. E siamo anche tra le prime in Europa e non ci fermiamo qui: puntiamo infatti ad ulteriori sviluppi perché incrementare l’utilizzo dei mezzi elettrici contribuisce in modo significativo alla riduzione dell’inquinamento”. Il sindaco ha poi ricordato che una postazione per la ricarica veloce ‘Fast charge’ sarà  installata al parcheggio scambiatore di Villa Costanza, in corso di realizzazione, e ha invitato i cittadini a non parcheggiare nei posti in prossimità delle colonnine: “Sono posti riservati ai veicoli elettrici”.

“Firenze – ha detto il Direttore Country Italia di Enel, Carlo Tamburi – da oggi diventa una delle città che fanno da traino per lo sviluppo della mobilità elettrica: con le 147 colonnine di ricarica, a cui se ne aggiungeranno nei prossimi mesi altre 29, il Comune si pone come apripista per una mobilità sostenibile che punta realmente sui mezzi elettrici e che, grazie al lavoro che stiamo facendo in altre città, da Milano a Roma, da Bologna a Padova, da Pisa fino a tante altre realtà della Toscana e d’Italia, farà parte in una rete di infrastrutture che consentirà di viaggiare in tutta la Penisola ricaricando in tempi rapidi, a un costo vantaggioso e con grandi benefici per l’ambiente”.

Le nuove colonnine, di cui circa 100 già attivate da Enel e tutte in fase di collaudo da parte del Comune, sono del tipo ‘pole station’, possono ricaricare a 3,3kW (slow) o a 22 kW (quick) e garantiscono l’alimentazione dei veicoli di nuova generazione così come del parco di veicoli già circolante con una ricarica ‘intelligente’ e ‘interoperabile’. L’interoperabilità è particolarmente importante perché il possessore del mezzo elettrico, con la sua electric card fornita dal venditore di elettricità, può effettuare la ricarica indipendentemente dalla società di vendita con cui è contrattualizzato.

L’intervento consiste nella realizzazione di una nuova infrastruttura a rete dedicata alla ricarica dei veicoli elettrici: si tratta quindi non di una semplice riqualificazione delle colonnine ma della creazione di un sistema dedicato al servizio di ricarica elettrica con elementi di nuova tecnologia. I tempi di ricarica dipendono dal mezzo (autovettura, scooter, quadriciclo, ecc.) ma si può supporre che saranno notevolmente ridotti rispetto alle precedenti infrastrutture in cui era disponibile una potenza di 6 KW ma distribuita su 4 prese.

L’investimento complessivo è stato pari a 1.302.276,34 euro di cui l’80% finanziato con fondi nazionali e comunitari nell’ambito del POR CREO 2007-2013 e il rimanente 20% con risorse dell’Amministrazione comunale.

Tutte le colonnine (caratteristiche e posizione delle colonnine sono consultabili sul sito eneldrive.it o utilizzando l’apposita App EnelDrive) sono gestite da un sistema che consente la visualizzazione in tempo reale: mappa con localizzazione delle colonnine; stato della colonnina (disponibile, in uso, in manutenzione, pianificate); i consumi su ogni singola postazione di ricarica; tipo di presa di ogni singola colonnina. Al momento il sistema è visibile all’indirizzo www.eneldrive.it oppure può essere scaricata apposita App di EnelDrive per tablet e cellulari.

Le colonnine di ricarica sono accessibili a mezzo di smart card connessa ad un contratto di fornitura di energia e pertanto chiunque ne sia in possesso potrà fruire delle infrastrutture.

Prima dell’intervento erano presenti 107 colonnine localizzate in 95 siti nella città. Con l’intervento saranno installate: 96 colonnine con potenza complessiva di 6,6 kW e doppia presa con tipologia SCAME 3A/SCAME 3°; 76 colonnine con potenza complessiva di 25,3 kW e doppia presa: 1 con tipologia SCAME 3A ed 1 con tipologia MENNEKES per complessive 172 colonnine in 114 siti. Negli ultimi 3 anni le colonnine di ricarica del Comune hanno erogato 362.000 Kwh di energia elettrica. Si stima che con questa quantità di energia un motorino elettrico ha percorso più di 9 milioni di km, con una riduzione stimata di emissioni di CO2 rispetto a quelle di uno scooter tradizionale di 75 tonnellate l’anno. Il Comune di Firenze, con oltre 170 stazioni di ricarica a uso pubblico e 90 stazioni a uso dell’Amministrazione all’interno delle sedi comunali con circa 400 punti di ricarica distribuiti sul territorio, ha maturato una storia significativa e un’esperienza d’avanguardia nel panorama italiano.

Le nuove infrastrutture di ricarica della città di Firenze si aggiungono a quelle già presenti nei Comuni di Pisa, Pontedera, Cascina, Livorno, Volterra, Larderello oltre alla rete presente nelle altre città del centro Italia come Perugia, Bologna, Forlì, Genova e molte altre. Si tratta di una rete di infrastrutture in continua espansione che permetterà di ricaricare l’auto anche nel corso di un viaggio. Un contributo importante per la diffusione della mobilità elettrica arriva anche da Enel Energia, la Società di Enel che opera sul mercato libero dell’elettricità e del gas, che propone offerte molto vantaggiose ai possessori di auto elettriche, come ‘Enel Drive Free Ambiente Pubblico’ in base ai consumi effettuati oppure ‘Enel Drive Tuttocompreso’, prezzo fisso sia per forniture pubbliche che per eventuale home station installata presso l’abitazione privata: generalmente, per un normale veicolo in circolazione, un “pieno elettrico” costa poco più di 2 euro e consente di percorrere circa 150 km; con la tariffa “Enel Drive Tutto Compreso ricarica pubblica” di Enel Energia con 30 euro al mese è possibile fare ricariche illimitate (qui tutte le opportunità: https://www.enelenergia.it/mercato/libero/it-IT/emobility/enel-drive).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »