energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Inaugurato il Palazzo di Giustizia Cronaca

 Il palazzo, progettato nel 1970 dall’architetto Leonardo Ricci, ed iniziato a costruire nel 2000, oggi è stato finalmente inaugurato alla presenza del Ministro della Giustizia Paola Severino, del Presidente della Regione Enrico Rossi, del Sindaco Matteo Renzi e del presidente della Corte d'Appello di Firenze, Fabio Massimo Drago che hanno tagliato il nastro tricolore come vuole la tradizione.
Si tratta di un colossale complesso realizzato nell’ex area Fiat destinato a riunire tutti gli uffici giudiziari sparsi nella città, liberando, così, molti edifici del centro storico (nove sedi) che potranno avere altre destinazioni. Lungo 240 metri e largo 146, con una torre di 72 metri, una delle più alte della città. La superficie edificabile occupata è di circa 800.000 metri quadrati. Si tratta del secondo più esteso palazzo di Giustizia italiano dopo quello di Torino.
In questa nuova cittadella giudiziaria saranno destinati i piani sotto interrati ad archivio, sopra i quali si troveranno le aule di dibattimento, ai quali si aggiungeranno due aule di assise e la maxi-aula poste al piano rialzato. Gli ultimi piani sono destinati agli uffici dei magistrati e delle procure.

Un’inaugurazione, bagnata anche dalle polemiche dei giorni scorsi, segnate dalle lettere di Sergio Paparo, Presidente dell’Ordine degli Avvocati al Sindaco Renzi, al Presidente della Corte di appello Fabio Massimo Drago, in cui confermavano che l'Avvocatura fiorentina avrebbe disertato la cerimonia di inaugurazione del Palazzo di Giustizia per essere stata ignorata nelle sue fasi organizzative. Fortunatamente l’intervento del Ministro Severino, ha aperto  una tregua. Il ministro, nella serata di sabato ha telefonato personalmente a Paparo esprimendo condivisione sulla posizione assunta dal Consiglio dell'Ordine degli avvocati e manifestando il suo "disagio istituzionale" nel partecipare all'inaugurazione senza la presenza degli avvocati.
Dunque, con l'Avvocatura presente, è stata inaugurata anche la nuova sede dell'Ordine degli avvocati, in affitto all'interno del Palazzo di Giustizia. Rimane, comunque, la frattura con Renzi che venerdì in una email definiva non condivisibile e grave la scelta di non presenziare alla cerimonia.

“Abbiamo inaugurato il Palazzo di Giustizia. – conferma Matteo Renzi – A qualcuno piace, a qualcuno no, fatto sta che dopo trenta anni d’iter burocratico un altro pezzo di città cambia volto, E' stato difficilissimo chiudere questa partita. Quanto alle polemiche, è normale non mancano mai a Firenze. I Prossimi obiettivi sono per Novoli, la Mercafir e per il centro, San Firenze e Corte d'Appello”

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »