energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Inaugurazioni Nardella, oggi isola interrata rifiuti Cronaca

Una nuova isola interrata per la raccolta dei rifiuti in piazza Nazario Sauro: all’inaugurazione erano presenti il vicesindaco Dario Nardella insieme al’assessore all’ambiente Caterina Biti, al presidente e all’amministratore delegato di Quadrifoglio Giorgio Moretti e Livio Giannotti.
La nuova postazione è composta da 4 campane interrate: due per il multimateriale (vetro, plastica, metalli, tetrapak), una per la frazione organica di origine domestica e una per i rifiuti residui. La raccolta di carta e cartone continua invece ad essere fatta a cadenza settimanale a domicilio, con esposizione serale prima della pulizia strade. La postazione interrata di piazza Nazario Sauro ha permesso di eliminare nell’area interessata 8 cassonetti per rifiuti indifferenziati e una campana azzurra multimateriale: gli utenti che utilizzavano tali contenitori (220 utenze domestiche e 124 utenze non domestiche) hanno ricevuto le informazioni per conferire i propri rifiuti presso la nuova postazione interrata.

“Quella che inauguriamo oggi è la 38esima postazione interrata e l’obiettivo è allargarci ancora in altre zone del centro storico – ha sottolineato il vicesindaco Nardella –. Questo sistema di raccolta ha già portato ad incrementi eccellenti di raccolta differenziata, che in certi casi superano anche i 70%. Si tratta di una operazione di decoro che, oltre a rendere più semplice la raccolta da parte dei mezzi del Quadrifoglio, rende disponibile maggiore spazio per posti auto”. E proprio pensando al decoro, il vicesindaco mette sull’avviso chi lascia i rifiuti all’esterno delle postazioni: “Per loro scatteranno sanzioni sia da parte della Polizia Municipale che degli ispettori del Quadrifoglio”.

Con la realizzazione dell’ isola interrata di piazza Nazario Sauro sale a 38 il numero delle postazioni interrate operative nel centro storico di Firenze, con un percentuale media di RD sopra il 60% per ogni stazione interrata. Proseguono poi i lavori ai cantieri delle prossime isole interrate che saranno realizzate in via Il Prato e piazza dei Giudici.
Parallelamente all’aumento delle isole interrate, prosegue il progetto di trasformazione dei cassonetti. E dopo San Jacopino, Forlanini, Leopolda, Rosselli è iniziata oggi la sostituzione dei contenitori per la raccolta rifiuti con l’attivazione del sistema Up Loader nella zona di Campo di Marte. Una operazione che non si ferma qui, come sottolinea il vicesindaco Nardella: “Chiederò a Quadrifoglio di procedere nei prossimi tre anni alla completa sostituzione di tutti i cassonetti della città con il nuovo sistema della chiavetta già avviato a San Jacopino e oggi a Campo di Marte”.

Per quanto riguarda la zona di Campo di Marte, l’assessore Biti ricorda come l’operazione preveda l’installazione in 24 strade e piazze (Amici, Antonelli, Baldesi, Bassi, Cairoli, Calatafimi, Centostelle, Cocchi, Edison, Gasperi, Fratelli Bronzetti, Fanti, Ferraris, Fibonacci, Inghirami, Marconi, Maroncelli, Nicolodi, Righia, Saffi, San Gervasio, San Gervasio e Protasio, Volta, Volturno) delle nuove batterie, ognuna da 5 contenitori ravvicinati e la contestuale rimozione dei vecchi cassonetti e campane. Sono circa 11.000 gli utenti interessati, corrispondenti a 18.000 abitanti – sottolinea l’assessore Biti –. Si tratta di una grande operazione che dove avviata si è tradotta in un rilevante incremento della raccolta differenziata”. La trasformazione si concluderà il 30 aprile.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »