energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Incendi boschivi: prudenza e divieto assoluto accensione fuochi Notizie dalla toscana

Massima attenzione anche a Figline sul fronte degli incendi boschivi che stanno interessando tutto il territorio valdarnese. L’ultimo intervento in ordine di tempo è di domenica scorsa in località Porcellino, dove sono andati in fumo 5 ettari di un terreno abbandonato. Un bilancio che sarebbe potuto essere ben più pesante se il Gaib non avesse avvistato prontamente il rogo dalla sede di Ponte agli Stolli e non fosse intervenuto insieme ai Vigili del Fuoco e a due squadre Prociv. Si ricorda che da luglio ad oggi i roghi divampati a Figline sono stati 7, per un totale di 8 ettari bruciati. Pertanto l’Amministrazione comunale ricorda che è in vigore l’obbligo di mantenere i terreni liberi da cespugli, erbe secche e ogni altra materia combustibile e che a partire dal 31 luglio fino al 31 agosto è in vigore il divieto assoluto di accendere fuochi attraverso un apposito decreto della Provincia di Firenze che sospende temporaneamente la normativa vigente.

Si segnala inoltre l’obbligo dei proprietari ed affittuari di terreni confinanti con la ferrovia a mantenere una striscia di terreno lungo il confine ferroviario libera da cespugli o erbe secche. L’invito alla cittadinanza è comunque di continuare a sorvegliare il territorio e, in caso di avvistamento di roghi, contattare i seguenti operatori ai loro numeri di telefono sempre reperibili, perché in questi casi intervenire in modo tempestivo risulta fondamentale: Corpo Forestale dello Stato (1515), Vigili del Fuoco (115), Vab Comune Bagno a Ripoli (055 632703 o 335 7252122), Gaib Comune Figline (055.9502042), Prociv Comune Incisa (055 8336245 o 333 4474080), Vab Comune Rignano (348 7138240), Sala operativa Regione Toscana (800 425 425).

La situazione sul nostro territorio comunale è sotto continuo monitoraggio – ha spiegato l’assessore Carlo Simoni – e per questo voglio ringraziare i volontari del Gaib, i Vigili del Fuoco e tutti gli operatori di Protezione Civile che ogni giorno sono impegnati in queste operazioni. Adesso il pericolo relativo agli incendi si sta sommando a quello della siccità e anche su questo aspetto vorrei rinnovare ai cittadini l’invito ad un corretto e parsimonioso utilizzo dell’acqua”.

Il Comune di Figline è in continuo rapporto con la Provincia di Firenze e la Regione Toscana per monitorare la situazione ma in ogni caso si raccomanda di usare la risorsa idrica con moderazione e attenersi ai consigli riportati anche sul sito internet www.publiacqua.it. Per quanto riguarda invece gli animali selvatici, l’assessore Simoni ha infine fatto effettuare dal Gaib una ricognizione sul territorio boschivo rilevando che le sorgenti per il loro abbeveraggio sono ancora sufficientemente attive.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »