energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Incendi in primavera, ecco come prevenirli Notizie dalla toscana

In quest'ultimo mese a causa di una primavera estremamente siccitosa si sono verificati vari casi di incendi boschivi la cui causa è da attribuire nella maggior parte dei casi ai piccoli falò utilizzati per la ripulitura di incolti e l'eliminazione di residui vegetali. Numerosi sono stati gli interventi delle squadre antincendio degli Enti locali e del Volontariato, coadiuvati anche dagli elicotteri della Regione Toscana. E' importante ricordare, informa un comunicato della Provincia di Arezzo, che è vietata l'accensione di fuochi nelle vicinanze dei boschi e quando il vento soffia intensamente, condizione che spinge le fiamme a propagarsi velocemente e quindi a percorrere superfici esterne all'area del falò di abbruciamento dei residui.
In generale, ai fini della prevenzione antincendi boschivi, i coltivatori e cittadini sono invitati a fare molta attenzione, al fine di ridurre il rischio che i fuochi possano sfuggire al controllo e generare così incendi anche boschivi.
Ecco le precauzioni di base:
– non lasciare incustodito il fuoco e non bruciare in presenza di vento intenso
– nella fascia di 50 metri contigua al bosco occorre anche utilizzare spazi vuoti e ripuliti dalla vegetazione
– concentrare il materiale in piccoli cumuli
– effettuare un controllo costante fino al completo spegnimento del fuoco.
Infine, soprattutto nelle giornate ventose, si raccomanda di fare ancora più attenzione e di optare per il rinvio dei piccoli falò a momenti e periodi con condizioni meteo favorevoli.
Per le segnalazioni di incendio o rischio d'incendio, contattare il numero verde della Regione Toscana 800 425 425, attivo 24 ore su 24, oppure il numero 115 dei Vigili del Fuoco.

Foto www.centrostudiagronomi.blogspot.com

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »