energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Incontro tra Anci Toscana e Federvivo Agis sulla ripartenza estiva Spettacoli

Firenze – Incontro tra Anci Toscana e Federvivo (Federazione spettacolo dal vivo) Agis, per confrontarsi sul tema della ripartenza estiva in Toscana dello spettacolo dal vivo, settore tra i più duramente colpiti dalla pandemia e dai lockdown che ne sono seguiti. Dopo il lunghissimo periodo di inattività – sebbene, a differenza dello scorso anno, oggi si possa contare su alcuni elementi che giocano a favore della riapertura, prime fra tutte l’esperienza pregressa e le vaccinazioni in corso) è indubbio che tante siano comunque le criticità e i nodi da sciogliere, a partire dalle tempistiche e dai protocolli su sicurezza, spazi, agibilità.

“Se è importante avere un orizzonte temporale di riferimento per programmare le attività, ancora più urgente è poter disporre di protocolli chiari e puntuali che permettano di sostanziarle” ha sottolineato Simone Mangani, responsabile Cultura Anci Toscana e assessore di Prato, presente all’incontro di ieri con il direttore Simone Gheri. “Tanto per i Comuni, quanto per gli operatori, l’urgenza è adesso quella di conoscere quanto prima tutti i dettagli necessari alla riapertura: anche solo sapere di poter riproporre le misure del 2020, coi dovuti aggiustamenti e le necessarie migliorie, potrebbe comunque rappresentare di per sé un importante punto di partenza per la programmazione dei prossimi mesi – ha aggiunto Mangani – Parallelamente sarà fondamentale poter contare su semplificazione e snellimento di tutte le procedure burocratiche, dalle modalità di autocertificazione alle rendicontazioni: su questo Comuni e Regione Toscana potranno giocare un ruolo decisivo”.

Unanime infine anche la constatazione che la Cultura dovrà essere intesa come driver per la ripartenza e, allo stesso tempo, la ripartenza dovrà essere colta come occasione per far crescere anche in termini qualitativi il ‘sistema cultura’: “I teatri, in particolare i numerosi teatri che tanti piccoli comuni oggi faticano a tenere aperti – ha aggiumto la presifdente do Federvivo Toscana Agis Beatrice Magnolfi – dovranno essere fatti rientrare negli interventi finanziabili col PNRR e beneficiare così di una rigenerazione in termini di adeguamento tecnologico, impian

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »