energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Indispensabile salvaguardia delle relazioni sindacali per il Maggio Notizie dalla toscana

“Quanto apprendo oggi dalla stampa mi sconcerta” ha detto l’assessore, “sui diritti costituzionali non si scherza, e ieri sera la direzione del Maggio fiorentino, per contrastare lo sciopero delle maestranze, ha passato il segno. Se oggi dovesse essere confermato, quando porrò la domanda in modo esplicito alla sovraintendente, che si è ricorso a personale esterno per impedire gli effetti dello sciopero, ci troveremmo di fronte ad un intollerabile comportamento antisindacale su prerogative costituzionalmente garantite. Al di la di come la si possa pensare sull’opportunità o meno dello sciopero. Come membro del Cda in rappresentanza della Regione sento il dovere di dire ai lavoratori del Maggio, e alle istituzioni che vi sono principi e regole che non possono in alcun caso essere oltrepassati e per i quali la Regione non può dare alcuna copertura”.
“Oggi pomeriggio non mancherò di illustrare nei dettagli la mia posizione al consiglio di amministrazione – aggiunge l’assessore Scaletti -. Abbiamo offerto alle parti, insieme al collega Simoncini, strumenti utili ai tavoli di mediazione, da cui sembrava si potessero trarre motivi di trattative serie senza giungere ad eccessi e delegittimazioni. Esistono problemi gravi che erano e restano legati certamente a politiche nazionali di spesa che colpiscono in particolare la cultura e alla necessità comunque di rendere i bilanci delle istituzioni culturali sostenibili. Lo sforzo da fare a livello locale è di giungere ad una gestione condivisa, che consenta di risolvere questi problemi di cui a nessuno deve sfuggire l’urgenza e la delicatezza. Tutti, sottolineo, dobbiamo avere questa consapevolezza”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »