energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Inflazione, a Firenze cresce meno Economia

Inflazione, Firenze si distingue per un dato positivo: col suo + 2,8% è, insieme a Perugia (+2,9%) la città in cui i prezzi registrano aumenti più contenuti rispetto a febbraio 2011.
I dati Istat diffusi questa mattina confermano un aumento generalizzato del tasso  tendenziale di crescita dei prezzi al consumo nelle città capoluogo di regione, ma anche una notevole differenziazione: a Potenza +5,3%, a Venezia +4,4% e  a L'Aquila +4,1%, segnalano le città  in cui i prezzi  sono aumentati di più.

Circa i settori con i maggiori incrementi, l'Istat conferma, anche in questo caso, le stime precedenti: le divisioni trasporti  subiscono un aumento del +0,9%, i prodotti alimentari e bevande analcoliche +0,8%, ricreazione, spettacoli e cultura +0,6% e abitazione, acqua, elettricità, combustibili +0,4%.  In diminuzione  i prezzi delle comunicazioni (-0,6%) e dei servizi ricettivi e di ristorazione (-0,1%).

Rispetto a febbraio 2011, i maggiori tassi di crescita interessano i trasporti (+7,5%), l'abitazione, acqua, elettricità e combustibili (+7,2%) e  bevande alcoliche e tabacchi (+6,1%). Contenuti i rialzi nei settori ricreazione, spettacoli e cultura (+1,0%) e servizi ricettivi e di ristorazione (+1,3%). Confermata la flessione dei prezzi delle comunicazioni e dei servizi sanitari e spese per la salute (rispettivamente, -2,4% e -0,1%).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »