energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Inflazione di maggio, a Firenze in leggera salita Economia

Rialzo, seppur leggero, dell'inflazione a Firenze nel mese di maggio: prezzi in rialzo per frutta e alberghi, mentre risultano in calo i carburanti. Lo comunica in una nota l'Ufficio Comunale di Statistica, che ha presentato l'anticipazione dei risultati del calcolo dell'inflazione a Firenze per il mese di maggio.

La variazione mensile risulta +0,4% mentre ad aprile era +0,2%. La variazione annuale è +0,9 mentre ad aprile era +0,8%. L'influenza maggiore sul dato, rispetto al mese precedente, è da ricercarsi  nelle variazioni della divisione servizi ricettivi e di ristorazione (+2,5%); seguono quelle nei prodotti alimentari e bevande analcoliche (+0,6%), abitazione, acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili (+0,4%), trasporti (-0,6%). Ed ecco le variazioni per divisione. 

Divisione prodotti alimentari e bevande analcoliche. La variazione di +0,6% su base mensile è la conseguenza sostanzialmente dovuta agli aumenti di latte, formaggi e uova (+0,2%) e della frutta (+11,7%). In calo le carni (-0,2%), pesci e prodotti ittici (-1,1%). La variazione annuale passa da +3,6% di aprile a +3,2% del mese in corso.

Divisione abitazione, acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili. L'aumento registrato, +1,7% su base annuale, +0,4% su base mensile, è innescato principalmente dall'aumento degli affitti reali per l'abitazione principale (+0,1%) e delle spese condominiali (+6,2%). 

Divisione trasporti. Diminuiscono carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati, -3,0% rispetto ad aprile 2013 e -6,8% rispetto a maggio 2012, il trasporto passeggeri su rotaia -0,6% rispetto ad aprile e +0,8% rispetto a maggio 2012 e i motocicli e ciclomotori 0,4% rispetto ad aprile e -0,8% rispetto a maggio 2012

 Divisione servizi ricettivi e di ristorazione. Sono in aumento i servizi di alloggio (+9,5% rispetto al mese precedente e +3,3% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente). 

I beni, che pesano nel paniere per circa il 56%, a maggio 2013 variano di +0,3 punti percentuali rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.
I servizi, che pesano per il restante 44%, hanno fatto registrare una variazione annuale pari a +1,6%.
Scomponendo la macrocategoria dei beni, si rileva che i beni alimentari registrano una variazione annuale pari a +3,3%.
I beni energetici sono in aumento di -2,8% rispetto a maggio 2012. I tabacchi fanno registrare una variazione di +0,5% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.
La componente di fondo (core inflation) che misura l'aumento medio senza tener conto di alimentari freschi e beni energetici è +1,0%. L'indice generale esclusi energetici è +1,4%. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »