energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Infrastrutture e mobilità, la Giunta approva il Priim Notizie dalla toscana

La Giunta regionale toscana ha approvato il PRIIM, il Piano Regionale Integrato delle Infrastrutture e della Mobilità. Dopo un lungo percorso di studio, definizione e concertazione il PRIIM è pronto ed è stato adottato dalla Giunta, che lo trasmetterà al Consiglio regionale per l’approvazione definitiva. Il PRIIM comprende tutto quello che sarà il prossimo futuro (2014-2020) di ferrovie, autostrade, porti, aeroporti, interporti, trasporto pubblico locale, viabilità regionale e mobilità ciclabile in Tosana

“Il PRIIM è un atto di programmazione fondamentale per lo sviluppo della Toscana e per la vita di tutti i cittadini- ha detto l’assessore regionale alle infrastrutture ed alla mobilità Vincenzo Ceccarelli, che ha presentato il Piano nella Giunta di ieri mattina – Rappresenta una novità assoluta dato che mai prima d’ora la programmazione delle infrastrutture e quella della mobilità erano state pensate e razionalizzate nell’ambito di uno stesso piano. Esistevano piani diversi, procedure diverse, tutto era più complicato. Abbiamo volluto superare queste eterogeneità. Il lavoro è stato lungo, ma quello he ne è derivato è una visione d’insieme del futuro della mobilità, della logistica e della rete infrastrutturale in Toscana, una programmazione che si inserisce con coerenza in quella nazionale ed europea. Questo piano ci permetterà di rendere più rapide ed efficaci la programmazione e la gestione di tutti gli interventi che riguardano le infrastrutture ed i trasporti. Maggiore velocità, dunque, e maggiore incisività nel rispondere alle esigenze dei cittadini e del territorio”.

Tra le opere-chiave contenute nel PRIIM ci sono:

– l’ultimazione della gara per dare alla Toscana un gestore unico del servizio di trasporto pubblico su gomma; 

– la realizzazione del nodo per l’alta velocità ferroviaria di Firenze, quella dei raccordi ferroviari del Porto di Livorno e la  ferrovia Pistoia – Montecatini;

-il completamento del Corridoio tirrenico, della E78 Grosseto-Fano, l’adeguamneto e messa in sicurezza della SGC FI-PI-LI e della Firenze-Siena, gli assi viari di Lucca;

– l’integrazione gestionale tra gli aeroporti di Pisa e di Firenze oltre al miglioramento dell’offerta infrastrutturale dell’aeroporto di Firenze;

– il completamento delle linee 2 e 3 della tranvia di Firenze e la sua  integrazione verso Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio;

– la realizzazione del People mover a Pisa;

– l’avvio di nuovi piani regolatori portuali per Livorno, Piombino e Marina di Carrara;

-la realizzazione della ciclopista dell’Arno e nuovi interventi per la mobilità ciclabile in ambito urbano;

– nuovi bandi per sicurezza stradale per gli enti locali;

– sviluppo dell’informazione in tempo reale nei servizi di trasporto pubblico e di mobilità (infomobilità).

E' possibile consultare l’intero Piano sul sito della Regione, all’indirizzo www.regione.toscana.it/priim

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »