energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Le iniziative di Capannori per ricordare la Shoah Notizie dalla toscana

Capannori (Lucca) – Gli orrori della seconda guerra mondiale visti con gli occhi dei bambini e dei ragazzi. E’ questa la prospettiva scelta dall’amministrazione Menesini per celebrare il ‘Giorno della Memoria’ che ricorre il 27 gennaio prossimo, a 70 anni dall’abbattimento dei cancelli di  Auschwitz, per  ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione e la prigionia.

I documentari e i film che compongono, insieme ad altri eventi, il programma di iniziative promosse dal Comune dal 26 gennaio al 4 febbraio privilegiano il punto di vista  dei più piccoli per raccontare e ricordare una delle pagine più tragiche della storia dell’uomo, sia perché sono i protagonisti di alcune delle pellicole proposte, sia perché in altri casi ne sono  gli autori.

Altro elemento caratterizzante de ‘I giorni della Memoria’ è  il ricordo di Don Sirio Niccolai, uno dei sacerdoti oblati lucchesi che protessero gli ebrei, con il quale il Comune vuole proseguire nel rendere omaggio –  dopo l’installazione di una targa alla scuola primaria di Lunata in ricordo di Don Giorgio Bigongiari, vice parroco di Lunata ucciso dai tedeschi il 10 settembre 1944 –  a personalità locali che, in un periodo storico difficile, si opposero al fascismo e all’occupazione nazista aiutando le vittime di guerra, gli ebrei e i perseguitati.

Il programma de ‘I giorni della memoria’ è stato presentato stamani nel corso di una conferenza stampa svoltasi nel piazzale della chiesa di Lunata,  luogo simbolo  della memoria perché vi è situato il monumento dedicato ai Martiri Lunatesi, alla quale sono intervenuti il sindaco Luca Menesini, il vice sindaco, Lara Pizza l’assessore alla cultura, Silvia Amadei e il coordinatore del progetto ‘La via della memoria’, Emmanuel Pesi.

“E’ fondamentale esercitare la memoria perché le guerre e gli orrori del passato possono ritornare se il ricordo di quanto accaduto nel secolo scorso non viene mantenuto vivo, indagato, alimentato e trasmesso alle nuove generazioni – afferma il sindaco, Luca Menesini-. E’  per questo che per celebrare il Giorno della memoria, che quest’anno è particolarmente importante ricorrendo i 70 anni dell’apertura dei cancelli di Auschwitz, abbiamo costruito un programma ricco di iniziative e abbiamo voluto adottare, per quanto riguarda in particolare film e documentari, il punto di vista di bambini e ragazzi per descrivere gli eventi terribili della seconda guerra mondiale. Un modo affinché il messaggio di forte condanna di quando accaduto

Print Friendly, PDF & Email

Translate »