energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Inni suonati con la fisarmonica per la festa nazionale francese Cronaca, Foto del giorno

Firenze – Un 14 luglio celebrato “à la Covid” all’Istituto Francese di Firenze. Autorità in mascherina e inni di Francia, Italia ed Europa eseguiti da Victor Chistol, che con la sua fisarmonica è riuscito a creare momenti di percepibile partecipazione emotiva.

La festa nazionale francese – ha detto Manon Hansemann direttrice dell’Istituto e console onorario di Francia a Firenze – è “molto particolare anche per tutti i comuni di Francia, per Parigi e l’estero, perché fa parte di un periodo senza precedenti, che ci ha segnato tutto e che ha chiesto a tutti di reinventarsi”. La Hansemann ha ricordato i mesi di impegno dell’Istituto e del Consolato “a fianco della comunità francese, del pubblico, degli studenti italiani, dei lettori e degli amici della Francia per ascoltare, orientare, informare sulle condizioni sanitarie e sugli obblighi legati alla crisi, ma anche per mantenere le attività linguistiche e culturali dell’Istituto che sono apparse più che mai necessarie durante il confinamento”.

Alla cerimonia hanno partecipato rappresentanti di Firenze, Prato e Scandicci, le massime autorità militari con il prefetto di Firenze Laura Lega e il questore Filippo Santarelli. Laura Lega ha sottolineato l’importanza di rinsaldare “il sistema valoriale” che unisce i due Paesi.

La vice sindaca del Comune di Firenze Cristina Giachi ha messo in evidenza l’eredità di quei cinque anni dal 1789 che i cui contenuti “sono stati tirati da una parte o dall’altra, ma fanno parte dell’identità di noi moderni”.

 

Nella foto da sinistra: Laura Lega, Manon Hansemann, il generale Fabrizio Nieddu comandante provinciale di Firenze e il colonnello Antonio Petti comandante provinciale dei Carabinieri.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »