energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Questura Firenze: il Siulp chiede un’ispezione Cronaca

"Sono ormai troppi, ingiustificati e allarmanti i segnali che giungono dalla gestione revanscista della questura di Firenze e lasciano presagire scenari i cui contorni non possono appartenere ad un’Istituzione quale Polizia di Stato e la stessa tradizione  democratica della questura del capoluogo toscano". Lo afferma Felice Romano, Segretario Generale del SIULP il più grande e storico sindacato della Polizia di Stato con radici e cultura confederale dopo l’ennesimo episodio denunciato dalla Segreteria fiorentina che in quella realtà rappresenta la maggioranza assoluta dei poliziotti.”Disservizi, degrado logistico e clima pesantissimo – precisa Romano – al limite dell’inquisizione di storica e tremenda memoria, sono fatti di ordinaria amministrazione che, benché puntualmente segnalati e denunciati, oltre ad essere forieri di un abbassamento dei livelli di operatività e di sicurezza per la città, non hanno ricevuto alcuna risposta da chi, istituzionalmente ne ha la responsabilità”.
L’unico interesse, ad oggi come rappresentato dal SIULP fiorentino, "è stato quello di mettere a tacere ogni forma di rivendicazione di rispetto dei diritti dei poliziotti, di ogni ordine e grado, attraverso una gestione repressiva e di ripicche. Il tutto con il chiaro intento di incutere rassegnazione e terrore in chiunque osi disturbare il manovratore ormai eremitico e lontano dalla realtà che lo circonda". Per il Segretario ”il livello è talmente degenerato che nel corso di una conferenza stampa organizzata dal SIULP per denunciare la evidente decadenza del complesso il Magnifico, che ospita uffici e poliziotti in condizioni quasi al limite della decenza, sebbene preannunciata alla questura, qualcuno ha ritenuto di inviare  sul posto direttamente il dirigente la DIGOS come segnale di pressione affinché il SIULP recedesse dall’iniziativa.Il SIULP fiorentino e nazionale – precisa Romano – non recederanno di un solo centimetro rispetto a questo metodo di solitario revanscismo anzi lo contrasteranno per tutelare i poliziotti e la sicurezza dei cittadini che hanno bisogno di poliziotti sereni ed equipaggiati e non compressi e oppressi”.
Per questo sarà chiesta un’ispezione urgente al Capo della Polizia per accertare i fatti e “ridare serenità ai poliziotti e sicurezza ai cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »