energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Inso: la vertenza contro il blocco Condotte è al Mise Economia

Roma – I dipendenti della INSO in sciopero, sono oggi 13 dicembre a Roma, convocati dal Ministero dello Sviluppo Economico.  “I lavoratori di INSO, per l’intera giornata sono in sciopero – precisa la Fiom Cgil di Firenze – e si mobilitano per meglio rappresentare le proprie criticità ed istanze al tavolo del MISE al quale anche INSO è stata finalmente coinvolta. Siamo al Ministero dello Sviluppo Economico per chiedere al Governo di non fermare l’attività di questa azienda”.

“Stiamo vivendo una situazione paradossale – dichiarano i lavoratori della Inso, specializzati nella progettazione di strutture ospedaliere – perché la nostra è una azienda sana, che ha commesse non solo in Italia e in Europa ma anche in Sudamerica e in Oriente. Ma non riusciamo a capire, per quale disegno politico, siamo in amministrazione controllata. Sono stati bloccati tutti i nostri lavori. Se la Inso sta ferma perde valore sul mercato. Non comprendiamo neanche perché non sono state prese in considerazione le offerte di acquisto da parte di gruppi industriali che ben conoscono il valore della Inso”.

Agli amministratori straordinari Giovanni Bruno e  Matteo Ugetti – conclude Stefano Angelini della Fiom Cgil Fiorentina – abbiamo fatto presente più volte che per Inso si deve  aprire una procedura di cessione dell’azienda, perché non può continuare a vivere in questa situazione di stallo a causa della crisi di Condotte. Perciò oggi al Governo chiederemo di aprire un tavolo dedicato alla nostra realtà che presenta sostanziali differenze”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »