energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Ricette per salvare il paesaggio Ambiente

È stato inaugurato oggi 19 settembre l'International Protection of Landscape, il convegno mondiale organizzato dall'Unesco e dall'International Traditional Knowledge Institute (ITKI) che intende tirare un bilancio di come stiamo trattando il pianeta e il suo paesaggio. Per tre giorni Firenze sarà la capitale mondiale dell'ambiente, con tavole rotonde e convegni organizzati fra l'Auditorium al Duomo, Palazzo Medici Riccardi e  l'Antico Ospedale del Bigallo. Tanti docenti italiani, non solo fiorentini, ma anche molti ospiti stranieri, che fra le sale dei tre palazzi cercheranno di spiegarci, e spiegarsi a vicenda, le loro ricette per, è il caso di dirlo, “salvare il mondo”.

In otto mesi consumiamo ciò che la terra rigenera in 12 – Già, ma come lo trattiamo questo mondo? Non bene secondo Pietro Laureano, ideatore del convegno e fondatore di ITKI, secondo il quale «ogni anno, in otto-nove mesi, consumiamo quanto la Terra è in grado di rinnovare in 12». Numeri importanti, se si considera questo trend va progressivamente aumentando da più di cinquantanni.

«È una questione cruciale quella del territorio – ha spiegato Laureano – perché noi, in un certo senso, siamo il territorio». Laureano è il coordinatore di Ipogea, la società cooperativa che, per intenderci, ha partecipato alla sistemazione dei celebri Sassi di Matera ed è oggi impegnato nella realizzazione della Traditional Knowledge World Bank, letteralmente una banca mondiale del sapere tradizionale.

L'importanza del sapere tradizionale – Secondo laureano, infatti, la crisi globale attuale non può essere risolta «applicando i metodi che l'hanno provocata, come la tecnocrazia e lo spreco di risorse». Per il direttore di Ipogea, infatti, bisogna «cambiare paradigma», andando verso una valorizzazione delle «conoscenze tradizionali». Va proprio in questa direzione la piattaforma TKWB, oggi in versione prototipo, che tramite un sistema “a mo' di Wikipedia” intende mettere a disposizione di tutti «la saggezza dei luoghi e delle comunità», tramite la quale garantire la salvaguardia e, perché no, uno sviluppo più equo del pianeta.


Per maggiori informazioni e programma del forum, consultare il link http://www.auditoriumalduomo.com/images/events/protection-landscapes/program-international-protection-landscapes.pdf

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »