energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Investitori sulla casa, il 78 per cento non ricorre al mutuo Economia

Firenze – Analizzando le compravendite immobiliari effettuate in Italia nel primo semestre del 2015 dalle agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete, l’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha fatto emergere un dato interessante:  il 16,4% degli acquisti sono stati conclusi da investitori; per il 76,8% si tratta di acquisti di prima casa, e per il 6,8% per la casa vacanza. Rispetto al 2014, aumenta solo, e leggermente, laa percentuale di acquisti di casa vacanza, che un anno fa si attestava al 5,4%.

Fra chi ha investito nell’immobile per metterlo a reddito, le fasce d’età che mettono in atto questa operazione sono concentrate tra i 45 e 54 anni (29,4%), seguita da investitori tra i 35 e 44 anni (28,2%). Il 68,8% degli investitori è coniugato mentre il 31,2% è single (celibi/nubili, separati/divorziati, vedovi).
Nessuna meraviglia che ad acquistare per investimento siano soprattutto imprenditori, dirigenti e liberi professionisti che coprono il 29,4% di questo mercato, a seguire gli impiegati con il 24,4%, mentre la terza posizione spetta ai pensionati con il 15,1%.
La grande maggioranza delle compravendite per investimento si conclude senza l’ausilio degli istituti di credito (78,4%), mentre solo il 21,6% degli investitori ricorre al mutuo bancario. Il dato è rimasto sostanzialmente stabile rispetto ad un anno fa, quando le percentuali si attestavano al 78,8% ed al 21,2%. Infine, le tipologie più acquistate da chi vuole mettere a reddito sono bilocali e trilocali rispettivamente con il 40,9% ed il 34,7% delle preferenze.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »