energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Irritazioni a occhi e gola, biomasse sotto accusa Cronaca

Referti medici alla mano, i cittadini di San Marco, frazione di Lucca, dove ha sede un impianto a biomasse, si sono presentati alle autorità. E quei referti medici sono la prova delle irritazioni a occhi e gola che, secondo i cittadini "refertati" l'impianto provoca nei residenti. Senza contare che la centrale è anche fonte di cattivi odori e rumore. Insomma, non sembra idilliaca la situazione dei residenti di San Marco, ubicati accanto alla centrale a bioimasse, produttrice di energia sostenibile.

Ed è la consigliera regionale Marina Staccioli (Gruppo misto), coordinatrice di Identità Toscana, a prendersi a cuore la cosa: “Per quanto siano fonti di energia rinnovabile e relativamente a basso costo, le biomasse sono anche inquinanti: bruciando liberano ossidi di azoto, ossidi di zolfo, metalli pesanti accumulati nella cellulosa nonché cloruri e diossine". E rivela che "Persino la Asl nel suo rapporto ha definito l’impianto "insalubre di prima classe” e gli Assessori all’ambiente della Provincia e del Comune di Lucca hanno chiesto alla proprietà di porre uno stop temporaneo di circa un mese all’attività di cogenerazione, cosa che invece non è avvenuta".

Dunque, la situazione a questo punto sembra a un punto fermo: i cittadini protestano con tanto di certificati medici che ne va della loro salute, la proprietà sembra tirare diritto. E le autorità pubbliche?
“Mi chiedo per quale motivo – conclude Staccioli – ogni volta che in gioco c’è la salute dei cittadini, le Amministrazioni sembrano inermi. Non vogliamo scoprire, magari tra qualche anno, che i nostri figli hanno respirato per anni sostanze tossiche solo perché non vengono effettuati gli opportuni controlli. Ci aspettiamo di avere presto delle risposte e soprattutto delle soluzioni”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »