energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Isia alle Scuderie di Villa Strozzi, aspettando l’ex-Meccanotessile Cronaca

Firenze – Cominceranno a settembre i lavori per la realizzazione del giardino nell’area dell’ex-Meccanotessile, che si prevede possa essere  inaugurato entro la fine dell’anno: si tratta di un altro passo avanti verso la riqualificazione del complesso, che ospiterà in via definitiva l’Isia e per il quale è allo studio la realizzazione di una ‘Casa del libro’ aperta a tutta la città.

Per definire il tipo di operazione che dovrà essere messa in atto nell’area, sono iniziati i campionamenti del terreno, che anticipano la fase di bonifica vera e propria. Questa fase dovrebbe andare avanti per almeno due mesi, fino a settembre, alla fine del quale si procederà a cominciare i lavori di realizzazione. E proprio all’Ex-Meccanotessile si “accaserà” l’Isia,  l’Istituto superiore per le Industrie artistiche di Firenze, che, mentre aspetta la sede in via di riqualificazione, troverà alloggio nelle Scuderie di Villa Strozzi in via Pisana. Lo ha stabilito oggi la giunta di Palazzo Vecchio che ha così individuato la sede fiorentina dell’istituto, dopo la firma dell’accordo con il Miur nell’ottobre scorso.

Le Scuderie di Villa Strozzi, di proprietà del Comune, saranno concesse all’Isia al posto dei locali dell’ex Tribunale di piazza San Firenze, che sono stati ritenuti troppo onerosi. Si tratta di una concessione provvisoria, che resterà valida fino al termine dei lavori di riqualificazione dell’ex Meccanotessile e comunque per non più di due anni. L’Isia dovrà versare all’Amministrazione comunale un canone annuo che, sommato alle spese per utenze e manutenzione a carico dell’istituto, non supererà i 65mila euro.

Per l’assessore all’Urbanistica Titta Meucci si tratta di un doppio risultato che consente da un lato di garantire all’Isia una sede provvisoria di grande prestigio, dopo lo sfratto dalla sede precedente, viste le cattive condizioni dell’immobile. Dall’altro, di proseguire verso il completo recupero del complesso dell’ex Meccanotessile, restituendo ai cittadini un luogo della città che sarà destinato a verde, ma anche con l’obiettivo di aprire la struttura a tutti i fiorentini con la realizzazione di una ‘Casa del libro’. Una sede nella quale trasferire gli archivi dell’Amministrazione comunale, consentendone un uso anche per i progetti della Soprintendenza Archivistica della Toscana.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »