energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Istat: mercato Usa sempre al primo posto per l’export toscano Economia

Firenze – Sono ancora gli Stati Uniti il principale sbocco per le merci toscane. Nel rapporto flash pubblicato oggi, l’Istat sottolinea che nel corso del primo trimestre del 2015 la crescita registrata per l’export nazionale sia positivamente influenzata dall’incremento delle vendite di Friuli-Venezia Giulia (+719,8%), Piemonte (+68,3%), Lombardia (+21,1%), Emilia-Romagna (+20,2%), Lazio (+104,7%), Veneto (+22,2%) e Toscana (+24,2%) verso gli Stati Uniti, del Lazio verso il Belgio (+18,8%), della Lombardia verso i paesi OPEC (+9,0%)  e del Veneto verso la Svizzera (+20,0%). La rilevante flessione delle vendite del Lazio verso la Francia (-36,0%), della Sicilia verso i paesi OPEC (-35,8%) e delle Marche verso il Belgio (-31,4%) contribuisce a rallentare l’espansione dell’export nazionale.

In generale tuttavia, l’apporto toscano all’aumento dell’export nazionale  nei primi tre mesi non è stato molto elevato. circa l’1,1% di aumento di fronte al 31,8% del Friuli Venezia Giulia, anche per effetto delle vendite di mezzi di navigazione marittima, al Veneto (+5,9%), al Piemonte (+5,5%) e all’Emilia-Romagna (+3,7%). L’aumento delle esportazioni di mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi, dal Friuli-Venezia Giulia e di autoveicoli da Piemonte, Basilicata ed Emilia-Romagna spiega oltre la metà dell’incremento  dell’export nazionale nel primo trimestre del 2015 che è stato del 3,2%. Flessioni significative delle vendite all’estero si registrano invece per prodotti petroliferi raffinati dalla Sicilia (-35,0%) e per metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti, dalla Puglia (-56,6%).

Gli aumenti più significativi dei prodotti toscani hanno riguardato i mezzi di trasporto (30,7) i prodotti alimentari (+12,9), pelletteria (+5,4), prodotti in legno carta e stampa (+9,7) , farmaceutica (+14,6).

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »