energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Italiano: “Più feroci in area”. E Nardella pensa all’incontro tra Koulibaly e il tifoso che l’ha offeso Sport

Firenze – Pronto a organizzare un incontro tra il tifoso viola che ha offeso Kalidou Koulibaly durante la gara casalinga della Fiorentina contro il Napoli con epiteti razzisti e lo stesso giocatore. Parola del sindaco Dario Nardella che, a margine dell’inaugurazione della Florence Biennale di antiquariato alla Fortezza, e alla vigilia del match della Fiorentina in programma domani alle 15 all’Artemio Franchi contro il Cagliari, si è detto disponibile a favorire l’incontro approfittando anche dei messaggi distensivi arrivati nei giorni scorsi proprio dal difensore partenopeo. “Sono molto felice di questa disponibilità – ha detto Nardella -, abbiamo instaurato dei contatti con il giovane tifoso e il suo legale, io confido nella possibilità di organizzare questo incontro, sarebbe un fatto molto bello. Mi sto impegnando al massimo perché questo incontro tra Koulibaly e il giovane tifoso si possa realizzare, sarebbe un grande messaggio di maturità e di civiltà. Per questo ringrazio sia la Fiorentina che il Napoli che hanno mandato più volte segnali di impegno sul fronte della lotta al razzismo, dobbiamo sradicare per sempre il razzismo dagli stadi, servono anche gesti tra Koulibaly e il giovane tifoso, ci spero, ci sto lavorando e mi auguro che questo ragazzo e il suo legale arrivino a una disponibilità in questo senso”.

Intanto Vincenzo Italiano nella conferenza stampa pre-partita di questa mattina è voluto tornare sulla sconfitta rimediata lunedì scorso al Penzo. “Stiamo cercando di avere un’identità, quello che ci eravamo prefissati ad inizio anno. Sono arrabbiato sicuramente perché a Venezia potevamo far meglio. Avessimo ottenuto bottino pieno potevamo vivere una settimana con una classifica strepitosa. Da domani, cercheremo di reagire, cercando sempre di andare a battere sui nostri principi di gioco. Vedo una crescita importante, ovunque andiamo cerchiamo di avere sempre il pallino del gioco”. Ma arrabbiato Italiano lo è anche sulla vicenda Vlahovic, sulla quale d’ora in poi non risponderà più alle domande sul versante del rinnovo contrattuale o meno (più meno attualmente… scusando il gioco di parole). “Per quanto riguarda il campo – ha continuato – dobbiamo metterlo nelle condizioni di segnare di più. Mi auguro che domani lo stadio sia dalla parte della squadra per i 90 minuti”.  

Quanto alla partita di domani col Cagliari, per il mister viola si potrà fare il punto della situazione solamente dopo 15 partite. “Per il momento, quello che volevamo ottenere lo stiamo ottenendo. In termini di identità e non solo. Ma la base c’è, adesso sta a noi decorarla al meglio. Il Cagliari è una squadra con grande esperienza. E’ una compagine che in questa categoria può ottenere tanto; inoltre arriva da una vittoria a differenza nostra”. E poi conclude: “Quando si parla di dominio delle partite non è solo possesso palla. Dobbiamo cercare di essere più convinti quando entriamo nella metà campo avversario. A Venezia abbiamo avuto venti situazioni negli ultimi 16 metri ma non siamo riusciti a sfruttarle. Sono convinto che ci sbloccheremo. Dobbiamo arrivare con più ferocia dentro l’area di rigore, avere letture di gioco importanti. Una squadra che gioca con tre attaccanti non può affidarsi solamente alla punta centrale. Poi sulla fase offensiva ha proseguito: “Sono ancora del parere che dobbiamo attaccare benissimo. Stiamo attaccando, ma non benissimo. Dobbiamo avere più voglia di segnare. Castrovilli? Ci sono mancate le sue caratteristiche. Ha questo cambio di passo palla al piede che è davvero unico. Torna a disposizione. Kokorin non sta bene e non sarà dei nostri”.

Queste le probabili formazioni: FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, M. Quarta, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Duncan; Callejon, Vlahovic, Gonzalez. CAGLIARI (4-4-2): Cragno; Caceres, Ceppitelli, Carboni, Lykogiannis; Nandez, Marin, Strootman, Deiola; J. Pedro, Keita.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »