energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Jazz: tre appuntamenti per un omaggio a Jim Hall Spettacoli

Fiesole (Firenze) – Tre appuntamenti dedicati alle sonorità jazz del grande chitarrista americano Jim Hall, scomparso nel 2013, con Guido Di Leone alla chitarra, Gianmarco Scaglia al contrabbasso e Giovanni Paolo Liguori alla batteria: “To Jim Hall” è la nuova produzione che sarà in programma da giovedì 22 a sabato 24 ottobre in Toscana

Il primo concerto, giovedì 22 ottobre,  sarà a Fiesole (FI), alle ore 20.00, presso il Centro La Montanina (via Montebeni n. 5, ingresso con apericena 15 euro, prenotazione obbligatoria al 335.6655379). 

La mini tournée proseguirà venerdi 23 ottobre al Teatro Cantiere dei Dritto e Rovescio a Terranuova Bracciolini (località Campogialli n.10, AR, ore 21.30, biglietto 8 €), per chiudersi sabato 24 ottobre presso il Teatro Comunale di Laterina (via San Giuseppe, AR), dove alle ore 21.30 salirà sul palco quale ospite speciale anche Daniele Malvisi al sax. L’evento è inserito nella stagione teatrale 2015/2016 “Storie Sospese” (biglietti da 8 a 12 euro).

Per la prima volta i tre musicisti suoneranno insieme, e la ricerca dell’interplay sarà alla base della loro musica. I brani che saranno eseguiti sono tra i più rappresentativi della personalità di Hall, da “Concerto di Aranjuez” a “ Walzt New”, a “Two’s Blues”, insieme a standard quali “In a Sentimental Mood” e “Prelude to a Kiss”.

Guido di Leone, musicista jazz, chitarrista, didatta, è nato a Bari nel 1964. Molto prolifico come compositore, ideatore di gruppi e arrangiatore, ha inciso un centinaio di cd di cui circa la metà come leader, lavori pubblicati prevalentemente per le etichette Yvp Music, Philology e Fo(u)r, di cui è anche fondatore. Tra le collaborazioni, si ricordano quelle con Mark Murphy, Jerry Bergonzi, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Jim Rotondi, Renato Chicco, Jim Snidero, Michele Hendricks, Andy Watson, Claudio Fasoli, Gianluigi Trovesi, Franco Cerri, Gianni Basso, Ira Coleman, Gary Smulyan, Dado Moroni, Mal Waldron. Stilisticamente identificato nell’aria del modern mainstream, ha da sempre mostrato un particolare interesse per le sonorità del chitarrista Jim Hall, tanto da dedicargli il suo primo lavoro discografico del 1991 “All for Hall” , ben accolto dallo stesso Jim.

Foto: Guido Di Leone

Print Friendly, PDF & Email

Translate »