energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Jovetic-Savic: doppio esame mondiale Sport

Sono sette i giocatori della Fiorentina in giro per il mondo per giocare nelle rispettive nazionali: Cuadrado (Colombia), Mati Fernandez (Cile),Jovetic e Savic (Montenegro), Sissoko (Mali), Tomovic (Serbia) e Wolski (under 21 Polonia). Quasi tutti saranno titolari nel doppio turno delle qualificazioni mondiali. Non c’è dubbio che i più attesi alla prova sono i due montenegrini: Jovetic e Savic. La loro squadra è considerata l’autentica rivelazione delle prime partite “mondiali”. Il Montenegro, infatti, è in testa alla classifica del girone con 10 punti in 4 partite, frutto di 3 vittorie e un pareggio, L’Inghilterra occupa il secondo posto con 8 punti, la Polonia è terza a quota 5. Seguono Moldova (4), Ukraina (2), San Marino (ferma a zero). La sorpresa è clamorosa. Grande favorita del raggruppamento era, infatti, l’Inghilterra,s eguita dall’Ucraina. Il Montenegro, invece, può vantare un ruolino di marcia invidiabile, che l’ha portato al comando. Splendida anche la differenza reti,con 12 gol segnati e solo 2 subiti. Commissario tecnico della squadra è Krasnjcar; capitano lo juventino Vucinic.
I due viola hanno dato un contributo importante ai successi del Montenegro. Jovetic forma con Vucinic un tandem di grande quotazione, tanto è vero che tutti sappiamo che la Juventus li vorrebbe insieme nella prossima stagione e per i dirigenti viola non sarà facile resistere alle offerte. Krasnjcar fa giocare Vucinic come prima punta, mentre Jovetic ha libertà d’azione alle sue spalle. I risultati, finora, sono stati straordinari. L’attaccante viola ha giocato finora 24 partite in nazionale, ma sarebbero state molte di più, senza il gravissimo infortunio che l’ha bloccato per una stagione e mezzo. L’esordio avvenne il 24 marzo 2007 nell’amichevole con l’Ungheria. Di Jo-Jo si ricordano due doppiette (contro Ungheria e Islanda),ma secondo il C.T. Krasnjcar il bello deve ancora venire.
Stefan Jovetic ha qualche presenza in meno di Jovetic (18), ma è considerato un punto di forza di quella difesa che -come accennnavamo- ha subìto soltanto 2 gol nelle qualificazioni mondiali.
Raffaello Paloscia

Print Friendly, PDF & Email

Translate »