energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Just an Illusion” di Maurizio Rapiti al Ristorante Falterona di Stia Arezzo, My Stamp

STIA – Dal 6 aprile al 6 luglio 2019 il Ristorante Falterona di Piazza Tanucci 9, a Stia (AR), ospita “Just an Illusion”, mostra di pittura di Maurizio Rapiti a cura di Marco Botti.

Sabato 6 aprile, dalle ore 12, l’apertura ufficiale.

LA MOSTRA

Torna l’arte con la A maiuscola nel noto locale casentinese, sempre aperto alla promozione delle arti visive. Il protagonista è uno degli autori valtiberini più apprezzati della sua generazione.

Osservando la produzione di Rapiti ci si ritrova spesso di fronte a un ribaltamento dei ruoli raffigurante-raffigurato. È così che il pittore diventa il soggetto della tela e, nel suo essere consapevolmente prigioniero del processo creativo,

se ne prende gioco barando nella rappresentazione. In altri casi l’artista rivisita i capolavori del passato, contemporaneizzandoli con maestria e vena ironica.

“Just an Illusion” è una mostra che saprà sorprendere turisti e frequentatori abituali del Falterona, i quali potranno ammirare l’originalità del linguaggio di Maurizio Rapiti e divertirsi a cercare i simboli e le citazioni che il pittore, puntualmente, distribuisce nelle sue opere.

L’ARTISTA

Maurizio Rapiti è nato nel 1985 a Sansepolcro (AR), ma vive e lavora a Cerbara di Città di Castello (PG). Dopo aver conseguito il diploma di scuola superiore si dedica alla pittura nello studio del padre Giovanni, specializzato in riproduzione di opere del passato. Parallelamente a questa attività conduce una ricerca complessa e introspettiva, che staccandosi dall’arte classica lo porta a conseguire una cifra stilistica inconfondibile, sospesa tra realismo e surrealismo magrittiano.

Da oltre dieci anni partecipa con successo a collettive, concorsi nazionali e fiere. Le sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private. Tra le recenti mostre personali sono da ricordare “Iconoclasta” ad Artè di Città di Castello, “Reverse” al Caffè Tuscher di Cortona, “Blu” al Museo Michelangiolesco di Caprese Michelangelo e la doppia personale “Bluemind”, assieme a Riccardo Antonelli, nella Sala degli Ammassi di Citerna.

Alla fine del 2018 è stato inserito nel primo volume di “ARTuscany. Artisti in Toscana”, collana editoriale a cura di Marco Botti edita da WF Edizioni.

LA LOCATION

Parola d’ordine: Qualità. In questo vocabolo si sintetizza la filosofia del Ristorante Falterona, una parola di cui lo chef Leonardo Norcini – coadiuvato da uno staff impeccabile – non può fare a meno. Materie prime scelte con cura, passione ed esperienza; un’intensa lavorazione di esse, senza mai alterarne l’autenticità dei sapori. Il Ristorante Falterona, nel cuore di Stia, si distingue per semplicità ed eleganza; un’atmosfera familiare che magicamente si trasforma in un ambiente unico e raffinato in cui si rinnova quel magico connubio che lega il buon cibo, la natura e le arti.

(la foto del pittore Maurizio Rapiti è di Remo Odoni)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »