energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Juventus batte Subbuteo: Mihajlovic trema Sport

La Fiorentina invece che ieri ha affrontato i bianconeri, nel primo tempo è stata un’offesa al gioco del calcio: una squadra ferma, senza idee, senza gioco, a tratti imbarazzante. Di chi è la colpa? Una domanda vecchia quanto il globo, perché l’allenatore impone le proprie idee tattiche, ma poi in campo ci vanno i giocatori, che ieri per i primi quarantacinque minuti di gioco sembravano gli omini del Subbuteo. Però l’allenatore deve essere bravo ad impartire bene le direttive quanto meno per quanto concerne l’approccio alla gara. E se questo con la Juve è mancato, questa specifica colpa va imputata a Sinisa Mihajlovic. Giusto quello che ha detto Vincenzo Guerini prima della sconfitta, ovvero che una panchina non può essere messa in discussione prima di una partita a Torino contro la Juventus; ma è anche giusto il fatto che dopo quasi cinquanta incontri di campionato, sono stati più i momenti bui che non quelli felici, e dunque forse sarebbe bene cambiare finchè si è in tempo. Miha dalla sua ha solo una cosa: lo spogliatoio (Gilardino lo ha ribadito ieri: “siamo con Sinisa”). Non è roba da poco, ma il gioco latita e i fiorentini sono stufi di vedere la sua amata senza spunti ed una società assente. E in questi casi l’unica soluzione è l’esonero. Domenica a Firenze arriva il Genoa dell’ex Malesani, che se finirà con l’esultare per una vittoria alla sua maniera sotto il curvino dei rossoblu, potrebbe sancire l’addio al tecnico serbo. Quello che ora vuole la gente, e che finchè c’è tempo per risalire, sarebbe il male minore. Intanto questa sera il Siena fa visita al Novara. In attacco Sannino dà fiducia al duo Gonzalez/Calaiò, per scardinare le resistenze di una squadra bene organizzata che per altro è una diretta concorrente per la lotta a non retrocedere.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »