energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Kick-Ass 2”, supereroi alla riscossa Cinema

L'ultima volta che abbiamo visto la piccola Hit Girl e il vigilante Kick-Ass, stavano entrambi cercando di vivere come due normali teenager. Preoccupato del diploma di fine anno e di un futuro alquanto incerto, Dave decide di indossare nuovamente il costume Kick-Ass insieme a Hit Girl. Sfortunatamente però Mindy viene scoperta ed è costretta a ritirarsi, restando sola ad affrontare il terrificante mondo della scuola, popolato da malvagie studentesse. Dave, a quel punto, si rivolge a Justice Forever, un gruppo guidato da un ex criminale, il Colonnello Stars and Stripes. Mentre i supereroi si danno da fare sulle strade della città, il supercattivo, Mother Fucker, crea la propria squadra e mette in atto un piano per far pagare Kick-Ass e Hit Girl per ciò che hanno fatto a suo padre. Ma c’è solo un problema: se ti metti contro anche un solo membro di Justice Forever, ti metti contro tutti.

Nel 2010, il regista americano Matthew Vaughn, già autore dell'adattamento del romanzo di Neil Gaiman, “Stardust”, e in seguito regista del bel “X-Men – L'inizio”, girò la versione cinematografica di un fumetto poco conosciuto (soprattutto in Italia) di un autore tanto eccezionale quanto irriverente, Mark Millar. Purtroppo le opere dello sceneggiatore scozzese si adattano bene poco ad un adattamento cinematografico a causa del caustico umorismo e della violenza alquanto esplicita, si pensi allo sfortunato “Wanted – Scegli il tuo destino” con Angelina Jolie, terribile adattamento di uno dei migliori albi scritti da Millar. Tutta la carica irriverente della storia, un giovane scopre di essere il figlio del più grande assassino di tutti i tempi e si unisce ad una setta di criminali che ha sterminato tutti i supereroi del pianeta, si perde e da criminale il giovane finisce per diventare il solito eroe, giusto un po' più violento, nulla a che vedere con l'idea originaria. Stesso dicasi per il primo “Kick-Ass”, forte analisi del fenomeno dei “real life superheroes”, ovvero persone normali che si travestono da supereroi per fare del bene e combattere a modo loro il crimine. La pellicola di Vaughn inizia bene solo per poi perdere progressivamente il contatto con la realtà, che invece era uno dei punti forti del fumetto, diventando nulla di più del solito film di supereroi che salvano la situazione a forza di colpi di bazooka e jetpack volanti.

Con “Kick-Ass 2” chi scrive ha deciso di non leggere il fumetto prima del film per avere un giudizio obbiettivo sulla qualità del film e non sull'adattamento. Il risultato è che “Kick-Ass 2”, diretto questa volta da Jeff Wadlow, convince maggiormente del primo episodio, sebbene si sia scelto di dare maggiore rilievo al personaggio di Hit-Girl, la giovane vigilante interpretata dalla sempre più brava Chloë Grace Moretz, che tanto successo aveva riscosso dopo il primo episodio. Il supereroe Kick-Ass diventa quasi un comprimario, sebbene abbia comunque un minutaggio maggiore, risultando più piatto e meno approfondito della controparte femminile. Infatti il film punta l'obbiettivo sul significato dell'essere un eroe ma soprattutto sulle sue conseguenze e i suoi pericoli. La giovane, dopo richiesta del suo tutore, decide così di provare ad essere una ragazza normale, solo per poi incappare nei soliti triti cliché da ambientazione scolastica.

“Kick-Ass 2” però funziona meglio del primo, da un alto la storia prende una svolta più interesasnte con l'introduzione di nuovi supereroi, dal Colonnello Stars and Stripes di Jim Carrey (che purtroppo ha il volto ricoperto da protesi e da una maschera impedendogli una qualsivoglia espressività) al Dr. Gravity (il sempre divertente Donald Faison di Scrubs) fino ai cattivi guidati dal'ex-supereroe Red Mist diventato per l'occasione The Motherfucker che vede tra le sue fila personaggi come Mother Russia e Il Tumore. Tutto sommato il film di Wadlow risulta più scanzonato del primo mettendo volontariamente da parte il sottotesto realista per divertire il maggior numero di spettatori possibile e forse scatenando nuovamente le ire dei fan più oltranzisti come già accaduto nel primo episodio. Ora vado a leggere il fumetto per decidere da che parte stare.

Regia: Jeff Wadlow
Sceneggiatura: Jeff Wadlow
Genere: Azione
Nazione: USA
Durata: 100'
Interpreti: Chloë Grace Moretz, Aaron Taylor-Johnson, Christopher Mintz-Plasse, John Leguizamo, Jim Carrey, Nicolas Cage, Donald Faison, Lyndsy Fonseca, Clark Duke, Lindy Booth, Morris Chestnut, Yancy Butler, Ella Purnell, Steven Mackintosh, Augustus Prew
Fotografia: Tim Maurice-Jones
Montaggio: Eddie Hamilton
Produttore: Marv Films, Universal Pictures

Print Friendly, PDF & Email

Translate »