energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Kme, rientrano gli esuberi Cronaca

Siglato l'accordo per il ritiro di 275 esuberi della Kme. La notizia giunge dal coordinamento nazionale di Fim Fiom Uilm. L'accordo è stato firmato stamattina al temrine di una maratona serrata di oltre 24 ore.

La nota dei sindacati spiega che l'intesa ''prevede il ritiro dei licenziamenti e la garanzia di mantenimento degli attuali organici fino al 31 dicembre 2015. Rimane aperto il forno Asarco di Fornaci di Barga che viene incrementato, così come  è previsto un investimento per la creazione della seconda buca di colata per il forno di affinaggio, viene confermata la missione produttiva e il mantenimento di Lime e ribadito il ruolo internazionale della sede di Firenze, così come viene confermata l'integrità dello stabilimento di Serravalle Scrivia (Alessandria). In questo periodo verranno utilizzati vari ammortizzatori sociali quali i contratti di solidarietà".

Inoltre, è stato concordato fra le parti un nuovo premio, alternativo a quello attualmente in essere: ''Tale premio, totalmente variabile, sarà riconosciuto a fronte di risultati di bilancio concordati fra le parti''.
E' stata istituita anche una commissione economica congiunta con il compito di verificare l'andamento del risultato industriale in corso d'anno, che ''avrà accesso a dati altrimenti non disponibili''.

Si tratta di ''un atto importante che segna concretamente il nostro impegno a difesa dei lavoratori tutti e di un pezzo fondamentale del patrimonio industriale toscano e alessandrino – come scrive il coordinamento nazionale Fim, Fiom e Uilm – si tratta di un accordo impegnativo, il nuovo premio di risultato mette in gioco una parte del salario dei lavoratori in una fase particolarmente difficile, le clausole di salvaguardia contenute nell'accordo rappresentano una scommessa impegnativa per tutti. Ora la parola passa ai lavoratori, faremo le assemblee consapevoli sia dei punti di avanzamento che dei punti di criticità''.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »